Nuovi mercati a km 0 in città e alle Terme, Dal Toso: "Rafforziamo la presenza a Padova"

Il neo presidente di "Agrimercato delle Terre del Santo" Giovanni dal Toso rappresenta gli agricoltori impegnati nella vendita diretta in buona parte della provincia

Giovanni Dal Toso

Da un decennio ormai i mercati agricoli a “km 0” sono una consuetudine, sia a Padova che in provincia. Non certo una moda passeggera ma un nuovo modo di fare la spesa direttamente dall’agricoltore che “mette la faccia” sui propri prodotti.

VENDITA DIRETTA. L’associazione “Agrimercato delle Terre del Santo” rappresenta la maggior parte degli imprenditori impegnati anche nella vendita diretta, poco meno di una sessantina, nei mercati di Campagna Amica a Padova e provincia. Nei giorni scorsi il Consiglio d’amministrazione ha eletto il nuovo presidente dell’associazione. Si tratta di Giovanni Dal Toso, 58 anni, imprenditore di Boara Pisani, titolare dell’azienda agricola di famiglia. Già attivo sul fronte sindacale con la vice presidenza di Coldiretti Padova, Dal Toso è stato scelto all’unanimità dal consiglio dell’associazione che ha confermato vice presidente Faustino Saccuman di Bovolenta. I 57 soci dell’Agrimercato sono attivi in ben 13 mercati settimanali a Padova e provincia e partecipano anche ad altre attività promosse da Campagna Amica: "Ringrazio per la fiducia i colleghi" afferma Dal Toso "con i quali confermo l’impegno per proseguire al meglio l’attività dei mercati agricoli, ormai entrati nella quotidianità di tanti cittadini consumatori. Giusto nei prossimi giorni saremo impegnati nei due nuovi mercati a Montegrotto, nelle frazioni di Mezzavia e di Turri, e nelle prossime settimane anche a Caselle di Selvazzano. Abbiamo in progetto però di rafforzare la nostra presenza a Padova, vista l’esperienza più che positiva negli attuali mercati in via Cave, dove abbiamo contribuito a strappare il quartiere dal degrado, grazie alla collaborazione del parroco, e alla Mandria".

INIZIATIVE SU PIU' FRONTI.  Prosegue poi: "Contiamo di ampliare queste esperienze in altri punti della città, anche con nuove iniziative. Siamo comunque attivi su tutti i fronti: dalla promozione  della cultura della stagionalità e qualità dei prodotti alle attività con le scuole per far conoscere i prodotti del territorio, ridurre lo spreco alimentare e migliorare l'ambiente anche attraverso la nostra alimentazione. La spesa a km 0, non dimentichiamolo, permette inoltre di ridurre l’impatto dei trasporti commerciali. Possiamo contare sul prezioso appoggio dei cittadini consumatori, che ci sostengono e ci spronano a continuare". 

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Veicoli storici: riduzione del 50% dell'imposta per i mezzi registrati fino al 2 marzo 2019

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Lutto nello sport: muore a soli 18 anni una giovane promessa della Padova Nuoto

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Ligabue per pranzo alla “Trattoria al Pirio” a Torreglia, stasera il grande live all'Euganeo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento