Reinserimento lavorativo per disoccupati over 50 in situazioni di disagio socio-economico

Cvs aderisce all'accordo tra Fondazione Cariparo e Regione Veneto per il reinserimento lavorativo degli over 50

Creare opportunità di reinserimento lavorativo per i disoccupati che hanno superato i 50 anni. Con questo obiettivo Centro Veneto Servizi ha aderito al programma di intervento, promosso da Fondazione Cariparo e Regione Veneto, volto a favorire la ricollocazione sul lavoro di cittadini disoccupati che si trovino in situazione di disagio socio-economico.

REINSERIMENTO LAVORATIVO. L’accordo, che si propone di rafforzare l’efficacia degli interventi di politica attiva promossi dalla Regione Veneto a favore del reinserimento lavorativo di over 50 disoccupati nell’ottica di una loro maggiore inclusione sociale, è stato firmato lo scorso 2 agosto da Antonio Finotti, presidente della Fondazione Cariparo che mette a disposizione un milione di euro attraverso il Fondo Straordinario di Solidarietà per il Lavoro, e da Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e Pari opportunità della Regione Veneto, che ha stanziato inizialmente 5 milioni di euro, poi integrati con ulteriori stanziamenti sino a raggiungere i 22 milioni di euro, attinti in buona parte da risorse del Fondo Sociale Europeo e destinati a tutte le province della regione.

OVER 50 DISOCCUPATI. L’idea alla base dell’accordo è quella di offrire a circa mille over 50 senza lavoro la possibilità di partecipare ad attività di riqualificazione funzionali all’inserimento lavorativo e di svolgere tirocini. Un target, quello degli over 50, su cui gli enti partner si sono focalizzati in quanto si tratta di persone particolarmente a rischio quando perdono il lavoro, in particolare se fanno parte di famiglie monoreddito o si trovano in situazioni di disagio sociale oltre che occupazionale.

IL PROGRAMMA. Nel dettaglio, il programma prevede che i beneficiari frequentino un corso di formazione, mirato a favorire l’acquisizione o il rafforzamento di competenze spendibili nel mercato del lavoro e coerenti con i fabbisogni professionali del contesto territoriale. Seguirà quindi l’inserimento lavorativo, in parte con attività di tirocinio presso aziende del territorio e in parte con lavori e servizi di utilità sociale per attività segnalate dai Comuni. Ciascun over 50 ammesso all’iniziativa potrà usufruire di un intervento formativo di 100 ore e di un inserimento occupazionale di 480 ore, per complessivi quattro mesi di attività, con la corresponsione di una borsa di tirocinio pari a 500 euro lordi mensili per i primi tre mesi e a 700 euro per il quarto mese. Il tutto oltre ad un’indennità di partecipazione per l’attività di formazione pari a 600 euro.

222 POSTI. Centro Veneto Servizi partecipa all’iniziativa mettendo a disposizione un contributo di 59mila euro per la realizzazione del progetto nel territorio dei Comuni soci, nelle province di Padova e Vicenza, e in favore dei residenti disoccupati e che presentino le condizioni previste dalla DGR 840/2015 e/o del decreto interministeriale del 26 maggio 2016 denominato Sostegno all’inclusione attiva. I posti messi a disposizione sono per 222 beneficiari complessivamente. Inoltre, la società di gestione del servizio idrico fungerà da hub, raccogliendo le adesioni da parte dei Comuni. Le amministrazioni comunali del territorio sono chiamate ora a formalizzare la propria adesione e segnalare a Cvs le persone disoccupate in situazione di disagio residenti nel Comune, da individuarsi in collaborazione con gli sportelli di solidarietà per il lavoro più vicini. I progetti di lavoro saranno gestiti da Irecoop Veneto, che presenterà le richieste di finanziamento alla Regione del Veneto, mentre gli inserimenti lavorativi in aziende del territorio e/o cooperative sociali avverranno con la partecipazione delle associazioni di categoria. Confcooperative Veneto potrà utilizzare i nominativi selezionati anche per realizzare lavori di utilità sociale negli stessi Comuni aderenti.

Potrebbe interessarti

  • Un risultato storico: l'Università di Padova è la migliore d'Italia

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Deraglia il Tram al capolinea della Guizza: ferito l'autista, contusi i passeggeri

  • Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

  • Mezzo pesante in fiamme lungo l'autostrada: A13 chiusa tra Boara e Monselice, code

  • Pannelli fotovoltaici a fuoco sul tetto dell'azienda: il fumo si vede da chilometri

  • Nuovo primario per il polo di pronto soccorso: è la padovana Roberta Volpin

Torna su
PadovaOggi è in caricamento