Per la riqualificazione energetica delle abitazioni: parte il "Padova Fit Expanded"

Finanziato con un milione e 500mila euro della linea Horizon 2020 dell'Unione Europea: Comune di Padova capofila di un gruppo che comprende tra gli altri l’università Bocconi di Milano, il Forum per la Finanza Sostenibile, Sinloc, Sogesca, la città di Timisoara (Romania), la Climatye Alliance (Belgio) e l’agenzia per l’energia di Plovdin (Bulgaria)

"Calcio d'inizio" a Palazzo Moroni per Padova Fit Expanded, progetto europeo per la riqualificazione energetica delle abitazioni finanziato con un milione e 500mila euro della linea Horizon 2020 dell'Unione Europea.

Padova Fit Expanded

Padova Fit Expanded vede il Comune di Padova capofila di un gruppo che comprende tra gli altri l’università Bocconi di Milano, il Forum per la Finanza Sostenibile, Sinloc, Sogesca, la città di Timisoara (Romania), la Climatye Alliance (Belgio) e l’agenzia per l’energia di Plovdin (Bulgaria). Tutti gli attori coinvolti nel progetto sono presenti a Padova per il primo incontro del progetto che dà il via ufficiale al progetto. Sottolinea il vicesindaco Arturo Lorenzoni che ha portato i saluti di apertura all’incontro: «Questo nuovo progetto, che nasce dall’esperienza del precedente PadovaFIT! colloca la nostra città tra quelle più attive e innovative in Europa nella sperimentazione di modelli organizzativi ed economici per la riqualificazione energetica degli edifici privati, puntando sull’aggregazione sistematica della domanda (i proprietari) e strategica dell’offerta (il comparto edilizio e i fornitori) riuniti in uno sportello unico locale».

L'obiettivo

L’obiettivo del progetto, che riprende e amplia l'esperienza di Padova Fit realizzato dal Comune di Padova tra il 2013 e il 2017 sempre su finanziamento europeo,  è creare e successivamente replicare servizi innovativi per la ristrutturazione e riqualificazione energetica in ambito residenziale. Per raggiungerlo sarà realizzato uno sportello unico locale (One-Stop-Shop) che fornisca ai cittadini informazioni, assistenza tecnica, disponibilità del sostegno finanziario, strumenti contrattuali e monitoraggio del risparmio ottenuto attraverso gli interventi decisi.
Padova Fit Expanded non finanzierà direttamente la riqualificazione degli edifici, ma creerà una rete locale per facilitare la realizzazione degli interventi creando un pool di aziende e proponendo soluzioni finanziarie. Tali attività saranno realizzate attraverso il confronto con le realtà locali: costruttori, amministratori di condominio, associazioni di categoria, istituti di credito. Ricorda l’assessore all’Ambiente Chiara Gallani: «Gli edifici contribuiscono per circa il 40% alle emissioni totali di CO2. Il progetto PadovaFIT Expanded rappresenta perciò un punto di svolta decisivo per la riduzione delle emissioni climalteranti e degli inquinanti locali nella nostra città, come il PM10, aumentando la resilienza dei nostri territori. Questo ci avvicina al rispetto degli impegni sottoscritti con il nuovo Patto dei Sindaci e alle azioni richieste anche dall’accordo Padano per la miglioramento della qualità dell’aria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

Torna su
PadovaOggi è in caricamento