Ribassi in vetrina prima dei saldi: 9 negozi multati dai vigili

La polizia municipale di Padova ha staccato le sanzioni da 1032 euro nei confronti dei commercianti che, in barba alla legge, hanno avviato vendite promozionali nei 30 giorni precedenti le vendite di fine stagione

I furbetti, come ogni anno, ritornano. Sono già 9 i commercianti multati con una sanzione di 1032 euro dai vigili di Padova in quanto, in barba alla legge, non hanno rispettato il divieto di lanciare vendite promozionali nei 30 giorni precedenti i saldi, al via quest'anno sabato 7 luglio.

SALDI A PADOVA: IL VIA SABATO 7 LUGLIO

RIBASSI ANZITEMPO FUORILEGGE. Gli agenti della polizia municipale hanno avviato nelle ultime settimane controlli serrati contro i saldi anticipati. I negozi multati, specializzati nella vendita di capi di abbigliamento, pubblicizzavano lo sconto esponendo sulle vetrine avvisi che riportavano la percentuale di ribasso applicata sui prezzi. In quasi tutti i casi accertati mancava inoltre l'indicazione del prezzo iniziale, della percentuale di sconto e del prezzo finale.

CONTRASTO AI FINTI SALDI. I controlli dei vigili mirano anche ad individuare i falsi ribassi, realizzati dal venditore gonfiando il prezzo "pieno" con il risultato che la merce in saldo costa come prima dell'inizio dei saldi. Per questo gli agenti in questi giorni stanno documentando con foto i prezzi esposti nelle vetrine cittadine: poi dal 7 luglio controlleranno che i cartelli e le etichette con i prezzi non dicano il falso e che riportino il prezzo originario non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LIQUIDAZIONI: SORVEGLIATE SPECIALI. Non solo contro chi anticipa le vendite di fine stagione. La polizia locale in questo periodo ha le antenne drizzate anche per contrastare eventuali vendite di fine stagione "camuffate" da liquidazioni per rinnovo o trasformazione dei locali, che possono essere svolte in qualsiasi periodo dell'anno, previa comunicazione al Comune. Terminata la vendita però i locali dovranno rimanere chiusi almeno 7 giorni per lo svolgimento dei lavori interni che devono essere documentati. Sono quindi partiti i dovuti accertamenti per verificare che i lavori dichiarati vengano realmente effettuati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mascherine Grafica Veneta, da mercoledì 24 la distribuzione in 41 supermercati di Padova

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • «Chiudiamo i distributori a partire da mercoledì 25»: l'annuncio dei benzinai

  • Il professor Basso: «Neppure durante la peste si è chiuso tutto. E morì metà popolazione»

  • «70mila mascherine distribuite gratis in farmacia da martedì 24»: ecco come ritirarle

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

Torna su
PadovaOggi è in caricamento