Rassegna concerti “Green note club” al Piccolo teatro Tom Benetollo

SCARICA IL VOLANTINO DELLA RASSEGNA DI CONCERTI DAL 28 MARZO AL 23 MAGGIO

Si inaugura sabato 28 marzo una nuova rassegna di concerti intitolata “Green Note Club”, con la direzione artistica della Scuola di Musica “Gershwin, che nei mesi primaverili, porterà in città alcuni degli artisti e dei progetti musicali più interessanti del panorama locale e nazionale. Il progetto si inserisce nel più ampio contenitore “Ambiente e Cultura” promosso dall’Assessorato all'Ambiente. “Lo scopo di questi eventi – afferma l’Assessore all’Ambiente Matteo Cavatton – è di aumentare l’informazione su alcune tematiche ambientali e sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza di cambiare le abitudini: una migliore raccolta differenziata, risparmio energetico e attenzione agli sprechi alimentari messi in atto da tutti è dimostrato che possono dare enormi risultati collettivi”. 
In particolare il progetto “Green Note Club” si caratterizza per la sua particolare attenzione al territorio e per la sua sostenibilità a impatto (quasi) zero prendendo spunto da locali rinomati, ma proponendo una versione “Green”. Quindi musica (e non solo) di qualità ma accessibile a tutti.

SCARICA IL VOLANTINO DELLA RASSEGNA DI CONCERTI DAL 28 MARZO AL 23 MAGGIO

I sei appuntamenti – sempre di sabato sera a partire dalle ore 21.30 – copriranno il periodo primaverile (dal 28 marzo al 23 maggio) e si terranno all'interno del Piccolo Teatro Tom Benetollo di via Tonzig n. 9. Ampio spazio verrà dato alle produzioni artistiche e discografiche del territorio in un cartellone che alternerà giovani talenti a musicisti affermati; ma ci sarà spazio anche per le degustazioni a Km 0, abbinando agli eventi musicali una degustazione di vini del territorio con una selezione di cantine vitivinicole dei Colli Euganei inserite nel circuito Suoni PataVini. Ogni appuntamento offrirà degli spunti di sensibilizzazione su tematiche ambientali legando i concerti a brevi racconti, anche attraverso immagini e video, che siano testimonianza dell’attenzione del territorio e ai comportamenti che si possono mettere in atto utilizzando le buone pratiche che saranno presentate. 

Il primo evento, ad esempio, sarà collegato all’iniziativa ECO Courts - Cortili Ecologici, progetto europeo coordinato dal Comune di Padova, che ha visto proprio la Scuola Gershwin tra le comunità premiate a livello nazionale.
Nell'ottica, infine, di offrire momenti di spettacolo eco-sostenibili sono stati inseriti in cartellone spettacoli a basso impatto acustico e di illuminazione e particolare attenzione all’ambiente verrà riservata anche nell’utilizzo di materiali per la realizzazione degli eventi e per le degustazioni (carta riciclata, bicchieri di vetro, ecc.)

SCARICA IL VOLANTINO DELLA RASSEGNA DI CONCERTI DAL 28 MARZO AL 23 MAGGIO

Ad aprire il programma, sabato 28 marzo, uno dei jazzisti italiani più noti a livello internazionale, il sassofonista Claudio Fasoli che presenterà per la prima volta a Padova il suo nuovo progetto discografico “London Tube" con il quartetto “Four” che lo vede protagonista insieme ai fratelli Lorenzo e Michele Calgaro (rispettivamente al basso e alla chitarra) e al batterista Gianni Bertoncini.


Due invece gli appuntamenti di aprile, entrambi tra parole e musica: si comincia sabato 11 aprile con una prima assoluta che ci condurrà nelle atmosfere mediorientali attraverso una rilettura dei leggendari racconti de “Le mille e una notte” (a cura degli attori Titino Carrara e Giorgia Antonelli) accompagnati da musiche e danze orientali del Tarab Trio, composto dai musicisti Fent Stolfo e Giulio “Jul” Gavardi (con percussioni arabe, strumenti indiani, liuto arabo e oboe turco) e dalla danzatrice Ingrid Nefer che, indossando gli abiti tradizionali del mondo arabo, si esibirà in spettacoli danze con spade, vele e candele. 

La settimana successiva, sabato 18 aprile, andrà in scena lo spettacolo Ho un pinguino nella scarpa... e 2 attori nel cappello”, reading tra parole e musica con testi originali di Michele Ruol e Lorenzo Maragoni che “giocano” con i grandi successi della canzone italiana dagli anni ’30 agli anni ‘60 (dal Trio Lescano a Giorgio Gaber, da Domenico Modugno a Luigi Tenco) interpretati tra il sentimentale e lo scanzonato da Saya Quintet, giovane ensemble guidato dalla splendida voce di Sara Fattoretto che sta raccogliendo grandi successi di pubblico e riscontri molto positivi nella critica specializzata all'interno del panorama musicale nazionale. 

Maggio infine proporrà tre appuntamenti, tutti musicali e tutti declinati intorno al linguaggio jazzistico: a partire da sabato 9 maggio con l'esibizione di un trio all stars composto dal sassofonista Maurizio Camardi (musicista che spazia dal jazz alla world music alle musiche per teatro vantando collaborazioni illustri con artisti come Antonella Ruggiero, Robert Wyatt, Ricky Gianco e scrittori come Massimo Carlotto, Carlo Lucarelli e Gian Antonio Stella), dal pianista Marco Ponchiroli (uno degli strumentisti più richiesti a livello nazionale, presenza stabile nelle programmazioni jazz italiane più prestigiose) e il fisarmonicista bresciano Fausto Beccalossi, da anni protagonista nei progetti artistici di Al Di Meola.


Sabato 16 maggio, invece, spazio ai 18 elementi della UNIPD Big Band, orchestra jazz dell’Università di Padova composta da docenti, allievi e personale dell'Università di Padova che presenteranno in prima assoluta il nuovo repertorio con un organico appositamente selezionato per l'occasione dal M° Alessandro Fedrigo, direttore artistico del progetto. 

Chiuderà la rassegna, sabato 23 maggio, una giovane ma già affermata pianista, Giulia Facco, che presenterà ufficialmente il cd “The Prophecy” registrato con il suo quintetto composto da Mirko Cisilino alla tromba, Davide Tardozzi alla chitarra, Riccardo Di Vinci al contrabbasso e Enrico Smiderle alla batteria. Composizioni originali che risentono delle influenze di grandi compositori come Wayne Shorter, Thelonious Monk, Horace Silver ed Enrico Pieranunzi, mescolando echi tradizionali ad elementi più moderni in un viaggio tra jazz e blues da non perdere.

I concerti prevedono un biglietto unico di 10 euro, che include anche la degustazione dei vini, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si consiglia pertanto la prenotazione o l'acquisto in prevendita del biglietto presso la segreteria della Scuola di Musica Gershwin (via Tonzig, 9 – Padova)


Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere ai seguenti contatti: 
342.1486878 - info@storiedijazz.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Concerto “Summertime 4 Children” al Gran teatro Geox

    • dal 14 al 15 dicembre 2019
    • Gran Teatro Geox
  • “De André canta De André” al Gran teatro Geox

    • 29 novembre 2019
    • Gran Teatro Geox
  • Padova Jazz Festival 2019, gli appuntamenti dal 18 al 23 novembre

    • dal 18 al 23 novembre 2019
    • Padova

I più visti

  • "Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art" a palazzo Zabarella

    • dal 26 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Zabarella
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb
  • L'Egitto di Belzoni. Un gigante nella terra delle piramidi, mostra al San Gaetano

    • dal 25 ottobre 2019 al 28 giugno 2020
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento