Relatori prestigiosi in una location d'eccezione: "Comprendere x Cambiare" a Palazzo della Ragione

Organizzato da Assindustria Venetocentro: il ciclo di alta formazione per imprenditori inizierà giovedì 11 aprile alle ore 17 con ospiti Philippe Daverio, Giancarlo Marinelli, Duccio Canestrini e Alessandro Garofalo

Palazzo della Ragione "teatro" del ciclo di alta formazione di Assindustria Venetocentro

Qual è il filo che lega l’Italia del ‘300 e quella dei giorni nostri, la bottega di Leonardo e il mestiere di imprenditore, il Rinascimento e la rivoluzione digitale? È quello che ogni passaggio d’epoca determina: l’affollarsi di innovazioni (e opportunità) dirompenti accompagnate da contraddizioni urgenti. La forza che oggi guida il cambiamento è quella digitale. Arriva a Padova, a Palazzo della Ragione - capolavoro dell’arte civica del Trecento italiano - “Comprendere x Cambiare”, ciclo di alta formazione per imprenditori, i loro familiari e collaboratori promosso da Assindustria Venetocentro.

Gli ospiti

Avviato a Treviso da cinque anni con risultati importanti (7.000 partecipanti), arriva nel cuore di Padova con il primo evento del nuovo ciclo 2019, aperto anche alla cittadinanza, sul tema “L’uomo nella rivoluzione digitale” in un dialogo tra arte, teatro, musica, impresa e antropologia con modalità emozionali e coinvolgenti. L’appuntamento è giovedì 11 aprile alle ore 17 a Palazzo della Ragione. Tra i protagonisti di questo primo appuntamento, lo scrittore, drammaturgo e regista teatrale Giancarlo Marinelli, l’antropologo Duccio Canestrini, Alessandro Garofalo esperto di innovazione, con la partecipazione straordinaria di Philippe Daverio, storico dell’arte, docente e saggista. Intervengono il Presidente di Assindustria Venetocentro, Massimo Finco con Maria Cristina Piovesana, Presidente Vicario, Andrea Colasio, Assessore alla Cultura Comune di Padova. Musiche del Maestro Stefano Raffaelli. Conduce Andrea Cabrini, Direttore Class-Cnbc.

L'evento

Il Palazzo della Ragione, testimone della transizione tra Medioevo e Rinascimento, diventa spazio ideale per raccontare la grande trasformazione che stiamo attraversando, nell’impresa come nel lavoro, nella vita personale e nell’organizzazione sociale. “Il cuore di questo processo - si legge nella presentazione dell’evento - è il disallineamento tra un vecchio che non funziona più e un nuovo che non funziona ancora. La forza che guida questo cambiamento è la rivoluzione digitale: un’energia disruptive rispetto al passato che tuttavia porta con sé, insieme a minacce, molte opportunità che concorrono a prefigurare un nuovo umanesimo”. Ma proprio a Padova si afferma la rivoluzione dell’umanesimo che, diffondendosi in Italia e in Europa, apre l’Età Moderna fondata sulla centralità dell’uomo, già figlia della cultura classica. Adesso, in tempi di 4.0 e 5G, si guarda a una inedita collaborazione tra l’uomo e la “macchina”. Dove algoritmi e machine learning avranno un impatto migliorativo sul lavoro stimolando la creazione di funzioni che prima non c’erano, ma non potranno mai sostituire il ruolo delle persone. “Il sogno del più grande innovatore di tutti i tempi, Leonardo da Vinci - continua la presentazione - inizia a prendere forma: l’uomo può riappropriarsi dei propri spazi, riportare la complessità e l’intelligenza che gli sono proprie nel suo ambiente lavorativo, produttivo e sociale. Le macchine diventate intelligenti, possono finalmente ‘liberare’ l’uomo”. «Comprendere x Cambiare rappresenta un bell’esempio del valore della condivisione delle buone pratiche di Treviso e di Padova in Assindustria Venetocentro - dichiara il Presidente Massimo Finco -. Le tante piccole e medie imprese che hanno battuto la crisi sono quelle che hanno avuto il coraggio di cambiare, di proiettarsi a scala internazionale, di stare vicino al cliente e al mercato personalizzando il prodotto/servizio in modo inimitabile. Il loro punto di forza è il valore del capitale umano, la vera variabile strategica è la conoscenza. Saper offrire idee e strumenti originali per interpretare e affrontare il cambiamento rappresenta un valore, per la competitività non solo delle imprese ma per un’intera comunità che vuole crescere, guardare con fiducia al proprio futuro, innovare ed essere attrattiva come quella di Padova e Treviso». Maria Cristina Piovesana, presidente vicario, sottolinea: «Dopo cinque edizioni a Treviso, con quasi 7.000 partecipanti in 42 incontri con autorevoli protagonisti, parte ora da Padova la nuova edizione della nostra academy di alta formazione per gli imprenditori e i loro collaboratori, nel palazzo civico che rappresenta la storia illustre di questa città. Il ruolo di un’Associazione imprenditoriale come Assindustria Venetocentro è sì nella rappresentanza autorevole degli interessi delle imprese e nell’offerta di servizi qualificati nei diversi ambiti della gestione aziendale, ma è anche nell’azione culturale per accompagnare e sostenere le imprese e il territorio nell’affrontare la trasformazione e la complessità indotta dai processi di innovazione e globalizzazione».

"Comprendere x Cambiare"

È il percorso di alta formazione di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, ideato e realizzato per gli imprenditori e per i loro familiari e collaboratori. Un grande “contenitore” all’interno del quale si articolano incontri diversi - per argomenti, testimoni e tecniche di coinvolgimento - ma accomunati da un’unica finalità: aiutare gli imprenditori e i loro collaboratori a “comprendere”, come premessa indispensabile per avviare cambiamenti nel loro agire e nelle loro imprese. È stato ideato e organizzato nell’ambito della delega alla Cultura d’impresa del Vicepresidente di Assindustria Venetocentro, Claudio Feltrin con la collaborazione del Professor Alberto Felice De Toni, Rettore dell’Università di Udine e di Alessandro Garofalo, esperto dei processi di innovazione. I successivi appuntamenti si svolgeranno in maniera diffusa nei territori di Padova e Treviso, con i seguenti temi: a giugno "Social e Community: una nuova dimensione del business", a luglio "Fatte per durare, generazione dopo generazione", a settembre "Logistica integrata? È la rivoluzione digitale bellezza!", a ottobre "L’impresa: nuovi leader per nuove organizzazioni" e a novembre "Da uno a tutti, da tutti a uno: questa è la rivoluzione digitale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento