Sold-out al Pollini per il concerto dedicato alle donne e al ricordo del Maestro Claudio Scimone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

In occasione della giornata della donna sold out l’8 marzo all’Auditorium Pollini, per l’esecuzione, in memoria del Maestro Claudio Scimone, del concerto di primavera che lo stesso Maestro volle dedicare alle donne.

Brillanti le professioniste che si sono alternate durante la serata insieme ai Solisti Veneti. Ricco e tutto al femminile il repertorio sia per la presenza delle compositrici che del variegato e interessante programma.

Anche quest’anno, oltre alle composizioni di Antonio Vivaldi, Clara Schumann (nel 200.mo anniversario della nascita) e Fryderyk Chopin, verranno eseguite due “Prime assolute” composte e dedicate a “I Solisti Veneti” e al loro fondatore Claudio Scimone dalle compositrici Chiara Mario e Damiana Natali.

Il programma è: Antonio Vivaldi concerto in la minore RV 397 per viola d’AMore (*) e archi Chiara Mario “Ricercare” per violoncello e archi (2019 - Dedicato a “I Solisti Veneti” in memoria di Claudio Scimone). Prima esecuzione assoluta Damiana Natali “Nel giardino dei Signoi Frei” per pianoforte e archi (2019 - Dedicato a “I Solisti Veneti” in memoria di Claudio Scimone). Prima esecuzione assoluta. Dirige i Solisti Veneti: Damiana Natali.

Damiana Natali dirigerà i “Solisti” nell’esecuzione del suo brano. L’artista è dotata di una forte personalità ed è stato piuttosto bello vedere una bacchetta diversa sul podio dei “Solisti”. Clara Josephine Wieck Schumann (nel 200.mo anniversario della nascita). Tre Romanze op. 22 per violino e pianoforte Fryderyk Chopin Concerto in mi minore op. 11 n. 1 per pianoforte e orchestr.

Al Pianoforte si è esibita la talentuosa Leonora Armellini. Un tocco femminile - dice una leggenda - sembra caratterizzare anche la versione per pianoforte e archi del “Concerto in mi minore op. 11” di Frederic Chopin, la cui limpida trasparenza - in questa raffinata versione - sembra essere stata ispirata al Compositore polacco dalla poetessa George Sand, principessa della scena culturale e letteraria romantica e, per lunghi anni, intima del Compositore. (*).

Concerto dedicato ad Anna Maria, virtuosa della viola d’amore e allieva di Vivaldi presso il Pio Ospedale della Pieta’ di Venezia.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento