62esimo convegno missionario nazionale dei seminaristi a Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Inizia giovedì 12 aprile a Padova il 62esimo Convegno missionario nazionale dei seminaristi dal titolo “La messe è molta…e grida” che nel sottotitolo spiega come siamo tutti “Chiamati a rispondere come discepoli-missionari di Cristo mandati in tutto il mondo a piedi scalzi come Pietro il pescatore e Paolo il testimone”.

Il tradizionale appuntamento, organizzato dalla Pontificia Unione Missionaria- Pum di Missio- Organismo pastorale della Cei, si svolge quest’anno presso il Seminario Vescovile padovano e vedrà la partecipazione di oltre 150 seminaristi provenienti da tutte le diocesi italiane. “Arriveranno da Pordenone, da Catania, dal nord come dal Sud, è una bellissima esperienza che ripetiamo ogni anno” commenta padre Ciro Biondi, Segretario nazionale Pum, che spiega: “Il tema del Convegno riprende e sviluppa quello della Giornata Missionaria Mondiale “La messe è molta” a cui abbiamo aggiunto l’accento sul grido che viene da quella messe abbondante e dispersa di cui Gesù ebbe compassione. Oggi nel mondo troppi ignorano ancora il messaggio di Cristo, vivono nella frantumazione, nei conflitti, nell’emarginazione.I seminaristi devono ascoltare questo grido dei popoli e si mettano in moto per portare la luce del Vangelo”.

Anche alla luce dell’ultima esortazione apostolica “Gaudete et Exultate”, appare chiara l’intuizione del beato padre Paolo Manna, fondatore della Pum, che già nel 1909 scrive il libro “Operare autem pauci” per animare i religiosi con lo spirito dell’evangelizzazione: sarà questo lo spunto della riflessione introduttiva di padre Biondi da cui prenderanno il via i quattro giorni del Convegno.

I momenti salienti saranno la relazione di monsignor Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del patriarcato latino di Gerusalemme, nella mattina di venerdì 13 aprile, mentre nel pomeriggio monsignor Francesco Iannone racconterà le passioni di Gesù per la sequela dei giovani evangelizzatori attraverso alcune tematiche che saranno approfondite nei cinque workshop della mattina successiva.

Sabato 14 aprile monsignor Giuseppe Pellegrini, vescovo di Concordia e Pordenone presiederà la celebrazione eucaristica, mentre nel pomeriggio sono previste visite a varie realtà di servizio missionario a Padova.

Domenica 15 aprile il Convegno si chiuderà con la presentazione di un documento finale e la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla. Dopo 62 anni di convegni di formazione missionaria, la Pum parla ancora ai giovani seminaristi che si preparano a svolgere il loro servizio di pastori della comunità. Con lo spirito di quella “Chiesa in uscita” indicata da papa Francesco, in perfetta sintonia con quanto il beato padre Manna ha scritto e testimoniato con la vita.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento