Fiera delle Parole, che regalo alla città: doppio incontro con Luis Sepúlveda e Roberto Vecchioni

In programma mercoledì 21 novembre a Palazzo della Ragione: lo scrittore cileno e il cantautore brianzolo presenteranno le loro nuove opere

Luis Sepúlveda e Roberto Vecchioni, protagonisti domani del doppio incontro a Palazzo della Ragione

Arriva con un mese di anticipo il regalo di Natale della “Fiera delle Parole” alla città di Padova: mercoledì 21 novembre, infatti, Palazzo della Ragione ospiterà Luis Sepúlveda e Roberto Vecchioni.

Il doppio appuntamento

Un doppio appuntamento d'eccezione, assolutamente da non perdere: alle ore 18.30 lo scrittore cileno presenterà il suo nuovo libro “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”, edito da Guanda, mentre alle ore 21 il cantautore brianzolo presenterà il suo nuovo album “L’infinito”. Spiega Bruna Coscia, direttrice artistica del Festival: «Sono felice di poter portare a Padova la forza dell’immaginazione di Luis Sepúlveda, un autore capace di parlare al nostro cuore, e di accogliere nuovamente Roberto Vecchioni, che ci ha scelti per presentare il suo ultimo lavoro, contenente un duetto con un altro grande amico della Fiera e della città, Francesco Guccini». Raggiante Andrea Colasio, assessore alla cultura del Comune di Padova: «Dopo il grande successo della tredicesima edizione, la Fiera delle Parole continua ad offrirci occasioni di incontro con grandi autori e accompagna la nostra città in un percorso di scoperta e riscoperta della forza della parola, della musica, dell’arte come strumenti che ci aiutano a non smettere mai di crescere».

Il libro di Luis Sepúlveda

Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l’animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un’isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare. Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l’oceano, ha conosciuto l’immensa solitudine e l’immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale, frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare. Per onorarlo, la grande balena bianca ha dovuto proteggere quel tratto di mare da altri uomini, i forestieri che con le loro navi vengono a portare via ogni cosa anche senza averne bisogno, senza riconoscenza e senza rispetto. Sono stati loro, i balenieri, a raccontare finora la storia della temutissima balena bianca, ma è venuto il momento che sia lei a prendere la parola e a far giungere fino a noi la sua voce antica come l’idioma del mare. Una storia di amore per la natura, raccontata dalla voce della Balena Bianca. Una favola adatta ai lettori di tutte le età.

L’album di Roberto Vecchioni

A distanza di cinque anni dall’ultimo lavoro discografico il professore torna con un nuovo album “L’infinito”. Il lavoro racchiude 12 brani inediti, con musica e parole del Cantautore, disponibile in formato cd, in edizione Deluxe arricchita dal saggio “Le parole del canto”. Riflessioni senza troppe pretese e in Vinile Limited Edition. L’album contiene l’eccezionale ritorno sulla scena musicale di Francesco Guccini che, per la prima volta, duetta con Roberto Vecchioni nel singolo “Ti insegnerò a volare”, ispirato al grande Alex Zanardi. Un album manifesto, un’unica canzone divisa in 12 momenti in una dimensione temporale verticale che rinvia al tema dalle suggestioni letterarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento