La fiera delle Parole chiude i battenti: tutti i numeri dell'edizione 2017

Ventitré giorni, quasi 500 ospiti coinvolti fra autori e “moderatori”, ben 293 eventi – incontri, con l’autore, ma anche reading, spettacoli teatrali, momenti musicali e incontri con le scuole – in 49 luoghi diversi

Ventitré giorni, quasi 500 ospiti coinvolti fra autori e “moderatori”, ben 293 eventi – incontri, con l’autore, ma anche reading, spettacoli teatrali, momenti musicali e incontri con le scuole – in 49 luoghi diversi, dalle sale pubbliche agli hotel delle Terme, dai luoghi-simbolo di Padova come Palazzo della Ragione, l’Aula Magna del Bo e il Caffè Pedrocchi fino alle librerie di periferia. Il lungo e affascinante percorso della Fiera delle Parole 2017, partito lo scorso 15 settembre a Montegrotto Terme e Abano Terme e approdato a Padova martedì 3 ottobre per una sei giorni intensissima, si è chiuso domenica 8 ottobre con un bilancio che ha ampiamente superato i 70mila visitatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SUCCESSO

Oltre che dai numeri, il successo della manifestazione è stato confermato dal grande entusiasmo che ha saputo suscitare una proposta capace di “mobilitare” un pubblico trasversale, che va dai forti lettori alle persone che non frequentano abitualmente le librerie e proprio grazie al Festival si avvicinano o riavvicinano alla lettura, scegliendo di tornare ad acquistare un libro perché affascinate dal racconto dell’autore. Il gran numero di eventi proposti – senza mai fare sconti o concessioni in termini di qualità dei contenuti – fa della Fiera delle Parole una proposta unica nel panorama nazionale, capace di coinvolgere al contempo i grandi editori e le case indipendenti, gli autori di primissimo piano nel panorama letterario nazionale e gli emergenti. A riempire le sale non sono stati soltanto i nomi noti al grande pubblico come Dario Franceschini, Pietro Grasso, Roberto Vecchioni, Luca Mercalli, Gaetano Curreri, Dacia Maraini e tanti tanti altri: quasi tutti gli eventi, alle Terme come a Padova, nelle location “principali” così come in quelle “secondarie” – con poche eccezioni – hanno registrato un buon afflusso di pubblico. Se quest’edizione ha segnato l’atteso ritorno a Padova, il debutto della nuova formula “estesa” che tiene insieme città e bacino termale, ma anche la rinnovata collaborazione con l’Università, già si guarda all’edizione 2018. “Accanto ai numeri che fotografano i risultati del Festival – spiega l’ideatrice direttrice artistica Bruna Coscia - le evidenze relative all’indotto generato per la città e per le Terme, con ristoranti e alberghi pieni. Un risultato importante, anche perché va considerato che la spesa per la Fiera delle Parole è un settimo o addirittura un decimo di quella richiesta da altri grandi festival letterari nel territorio nazionale. Non dimentichiamo poi che, come documentato da diverse ricerche, l’indotto di eventi di questo tipo, è pari ad almeno 7 volte l’investimento…”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Due decessi sul posto di lavoro, crescono ancora i contagiati in provincia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento