In principio fu Santa Claus: a Palazzo Zuckermann la mostra sul “precursore” di Babbo Natale

In programma dal 7 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019 e a ingresso libero, l'esposizione è dedicata alla figura di Santa Claus prima che diventasse il simbolo del moderno Natale globalizzato

Una delle immagini in mostra a Palazzo Zuckermann dal 7 dicembre al 27 gennaio 2019

Manca ancora alla data fatidica. Eppure a Palazzo Zuckermann è già arrivato: “Prima di Babbo Natale. Santa Claus nelle illustrazioni tra Ottocento e Novecento” è la mostra - a ingresso libero - proposta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova in occasione delle festività natalizie.

La mostra

L’esposizione, curata da Michele Asolati e Marco Callegari, si terrà dal 7 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019 ed è dedicata alla figura di Santa Claus prima che diventasse il simbolo del moderno Natale globalizzato, ripercorrendo le tappe della sua evoluzione iconografica dagli inizi dell'Ottocento fino al fissarsi dell'immagine che tutti conosciamo, dovuto alla diffusione planetaria della pubblicità della Coca Cola. Nel nostro immaginario, Babbo Natale risulta essere sempre lo stesso personaggio: un uomo imponente, ma allegro e gioviale e che sprizza vitalità ed energia nonostante la barba bianca e le rughe, vestito di rosso con bordi di pelliccia bianchi e trasportato da una slitta trainata da un numero imprecisato di renne.

La “trasformazione”

Questa immagine è la stessa praticamente in tutto il mondo, ma non è sempre stato così. La figura di Santa Claus venne a formarsi progressivamente dall'inizio dell'Ottocento fino agli anni '30 dello scorso secolo negli Stati Uniti d'America, partendo dall'immagine di un arzillo e minuscolo vecchietto con in bocca una lunga pipa e vestito secondo la moda settecentesca olandese. La trasformazione al Babbo Natale così come lo conosciamo oggi non fu però immediata, subendo una serie di passaggi, che hanno trovato in particolare il disegnatore Thomas Nast (1840-1902) quale principale interprete dei mutamenti che avvennero in quegli anni nell'immaginario popolare.
La mostra si avvale di un centinaio immagini originali, in parte di grande formato tratte dalle riviste americane oltre che a cartoline dell'epoca: tutte ritraenti Santa Claus nelle fogge più strane e variopinte, comprese alcune delle primissime testimonianze italiane per la prima volta qui esposte. L'esposizione è arricchita da una bella collezione di giocattoli dell'epoca, provenienti dal Museo Luigi Testi di Ponte di Brenta: giostrine, aeroplani, bambole, auto, motociclette, pullman.

Eventi collaterali

Nell'ambito della mostra, il curatore Marco Callegari terrà un incontro dal titolo “Prima di Babbo Natale: l'evoluzione da San Nicola all'icona pop Santa Claus”, venerdì 14 dicembre alle ore 17.30 presso la Sala del Medagliere del Museo Bottacin a Palazzo Zuckermann. Nelle domeniche 9 e 15 dicembre alle ore 15.00 a Palazzo Zuckermann saranno proposti due laboratori creativi per bambini tra i 5 e i 10 anni dedicati alla figura di Babbo Natale a cura dell'Associazione Culturale Fantalica. Nell'occasione verrà effettuata una visita guidata gratuita alla mostra per gli accompagnatori dei bambini partecipanti.

Informazioni

Apertura mostra dall'8 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019, orario 10-19. Ingresso libero, chiusura tutti i lunedì non festivi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento