Musei "aperti per ferie" a Pasqua e nei ponti: l'elenco completo

Prevista per il primo maggio anche l'apertura straordinaria della Cappella degli Scrovegni e della Casa del Petrarca

Porte aperte nelle sedi museali ed espositive cittadine in occasione delle prossime festività pasquali, con un ricco ventaglio di proposte che spaziano dalla pittura alla fotografia, dai gioielli al cinema. Il sistema museale civico (Cappella degli Scrovegni, Musei Civici agli Eremitani, Palazzo Zuckermann, Palazzo della Ragione, Stabilimento Pedrocchi-Piano Nobile e Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea, Oratorio di San Rocco, Oratorio di San Michele, Loggia e Odeo Cornaro, Casa del Petrarca ad Arquà Petrarca) e le mostre organizzate dal Comune di Padova saranno infatti aperti al pubblico domenica 21 e lunedì 22 aprile.

Le aperture

Apertura regolare delle sedi museali ed espositive anche giovedì 25 aprile, 73esimo anniversario della Liberazione, mentre mercoledì 1 maggio, festa del Lavoro, saranno visitabili la Cappella degli Scrovegni e la Casa del Petrarca. Spiega l'assessore alla cultura Andrea Colasio: «Assicurare l'apertura dei luoghi d’arte cittadini nelle festività e nei ponti è fondamentale in una città sempre più turistica come la nostra che negli ultimi anni ha registrato un boom di presenze. Questo incremento è frutto delle politiche messe in campo per accrescere la capacità attrattiva della nostra città, con la valorizzazione del suo vasto patrimonio culturale e la realizzazione di mostre di grande richiamo, come quella dedicata a Federico Fellini inaugurata nei giorni scorsi ai Musei Civici agli Eremitani».

Federico Fellini

Un omaggio al regista italiano più conosciuto al mondo, Federico Fellini, è prologo alle celebrazioni in occasione della ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita. Verso il centenario. Federico Fellini 1920-2020 è una grande mostra internazionale con un comitato scientifico di prim’ordine: curata da Vincenzo Mollica e Alessandro Nicosia con Francesca Fabbri Fellini e con la partecipazione di Simonetta Tavanti, nipoti quest’ultime di Federico Fellini e di Giulietta Masina, l’esposizione ripercorre le opere del grande maestro, rivivendo i testi, le scene, i personaggi dei suoi film e quindi la sua storia personale. L’esposizione è un’importante occasione per far conoscere al grande pubblico il percorso di Federico Fellini e della sua opera attraverso il racconto dei suoi film con le foto di scena, i costumi, le interviste, i manifesti e soprattutto grazie ai suoi disegni, alcuni dei quali esposti per la prima volta (orario: 9-19, biglietti, info e prenotazioni 0492010010).

Palazzo Zuckermann

A Palazzo Zuckermann, in corso Garibaldi 33, è possibile ammirare una ricca selezione di antiche monete e delle opere numismatiche più importanti stampate in Italia e in Europa dal XVI al XVIII secolo, tratte dalle collezioni della Biblioteca Universitaria di Padova e del Museo Bottacin, parte dei musei civici cittadini, una raccolta unica nel suo genere. L’esposizione, dal titolo Sotto il torchio. Libri e monete antiche dalle raccolte della Biblioteca Universitaria di Padova e del Museo Bottacin è un’occasione per ripercorrere in breve la ricchezza e la complessità della letteratura numismatica e la finezza decorativa delle monete (orario 10-19).

Galleria Civica Cavour

La mostra fotografica di Massimo Saretta Un’idea di India in Galleria civica Cavour è un viaggio nella spiritualità che permea costantemente la vita del popolo indiano, in cui i colori sono parte integrante fino a diventare addirittura un codice di appartenenza o un precetto nelle manifestazioni sociali e religiose (orario 10-13, 15-19).

Palazzo Moroni

Fotografie di paesi lontani anche a Palazzo Moroni (Scuderie e Cortile Pensile) nella mostra di Angelo Aprile Senza confini, in cui si può cogliere la straordinaria diversità del mondo (orario Scuderie: 9.30-12.30 / 14.30-18.30. Orario Cortile Pensile 9-19).

Palazzo Angeli

Immagini e parole a Palazzo Angeli nella mostra I paesaggi dell’anima, che presenta una selezione di fotografie dei soci del Gruppo Fotografico Antenore, che si sono ispirati a 14 scrittori, in un progetto realizzato con l’Università Popolare di Padova con l’obiettivo di far dialogare linguaggi espressivi diversi (orario 10-18).

Oratorio di San Rocco

La mostra internazionale di gioielleria contemporanea Influences: Passions transform our works, arrivata a Padova, all’Oratorio di San Rocco (via Santa Lucia), dopo aver fatto tappa alla Munich Jewellery Week 2019, presenta le opere di dodici affermati artisti orafi: Patrizia Bonati (Cremona), Lluis Comin (Barcellona, Spagna), Corrado De Meo (Livorno), Elin Flognman (Trollhattan, Svezia), Maria Rosa Franzin (Padova), Nicola Heidemann (Villach, Austria), Judy Mc Caig (Glasgow, Scozia), Gigi Mariani (Modena), Stefano Rossi (Padova), Claudia Steiner (Vienna, Austria), Yoko Takirai/Pietro Pellitteri (Firenze), Gabi Veit (Bolzano). Orario 9.30 – 12.30 / 15.30 – 19.00.

Sala della Gran Guardia

Nella Sala della Gran Guardia in piazza dei Signori si entra nel coloratissimo e giocoso mondo fantastico creato dagli ospiti del Centro diurno Santa Rosa dell’Arcella di Fondazione I.R.P.E.A. di Padova con ritagli di stoffa e materiale di riciclo utilizzando la tecnica del “punzecchio” (orario 10-13, 14-18).

Galleria Samonà

Una passeggiata lungo via Roma può essere l’occasione per scoprire un giovane artista padovano riconducibile all'Art Brut, Giacomo Calaon, le cui tele fanno bella mostra da Le vetrine dell’arte di Galleria Samonà, all’altezza del civico 157. Tutte le mostre sono a ingresso libero, esclusa la mostra Verso il centenario. Federico Fellini 1920-2020.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento