Apre Musme, museo di Storia della medicina e della salute a Padova

L'apertura al pubblico, dopo il taglio del nastro con le autorità di venerdì 5 giugno, prevede un sabato e domenica ricchi di eventi. La prenotazione online del biglietto è possibile attraverso l'apposito sito

Foto dal sito del Musme di Padova

La Fondazione Musme, i cui soci fondatori sono la provincia di Padova, proprietaria dell'immobile, l'Università di Padova, l'Azienda ospedaliera, l'Ulss 16, la regione Veneto e il comune di Padova, annuncia l'apertura al pubblico, per il fine settimana del 6 e 7 giugno, del Musme, il museo di Storia della medicina e della salute a Padova.

IL MUSME. Il Museo è ospitato nel palazzo dell'ex ospedale, il primo fondato a Padova nel 1414, in via San Francesco 94. La provincia di Padova, proprietaria della sede dell’antico ospedale San Francesco Grande, ha promosso il complesso restauro dell'edificio, per realizzare un museo in grado di raccogliere ed esaltare la memoria storica del fulgente passato che ha illuminato con il proprio sapere medico tutta l'Europa.

STORIA ANTICA E MODERNA TECNOLOGIA. Nel 2008 è stata costituita la "Fondazione Museo di Storia della Medicina e della Salute in Padova" per raccogliere, custodire e valorizzare le testimonianze di una cultura medica e scientifica padovana che ieri, come oggi, rappresenta un'eccellenza a livello internazionale. Con il prezioso apporto del Comitato scientifico e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per l'allestimento, il Museo oggi rappresenta un'imperdibile occasione di visitare un luogo che coniuga una storia antica con la moderna tecnologia.

TECONOLOGIA "SILENZIOSA". Riconoscimento della posizione e dei movimenti del corpo nello spazio, riconoscimento della posizione delle dita della mano nello spazio, touchscreen, videoproiettori, luci, amplificatori audio: sono solo alcune delle tecnologie alla base di un sistema integrato che ha avuto come obiettivo quello di "far vivere" i reperti esposti, rendendo unica l’esperienza all’interno del museo. Una tecnologia "silenziosa", che pone l’accento su ciò che viene esibito e sul suo significato, nascondendo i sensori e tutti gli apparati elettronici che si attiveranno solo se necessario. Questi i numeri delle tecnologie nascoste: 35 computer, 15 workstation, 28 monitor, 24 proiettori, 12 sistemi multitouch, 32 sensori. Gli spazi allestiti sono: 7 sale, 8 nicchie, 1 salone con il Teatro Anatomico Vesaliano.

VISITARE IL MUSME. L'apertura al pubblico, dopo il taglio del nastro con le autorità di venerdì 5 giugno, prevede un sabato e domenica ricchi di eventi. Il museo sarà visitabile anche con prenotazione online del biglietto attraverso il sito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento