Le premiazioni del Festival nazionale della Giocoleria chiudono il sipario di Vivi il Parco

Il ligure Stefano Zecchino vince il primo premio nella categoria individuale, secondo il torinese Luca Chiarva, terzo il giovane vicentino Dario Rasia. Premiate anche le performance di gruppo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

La prima edizione del Festival nazionale della giocoleria al Giardino Fantasia di via Ticino (zona Arcella) ha chiuso in bellezza la lunga rassegna di appuntamenti estivi di Vivi il Parco, promossa dal Settore Ambiente e Territorio del Comune di Padova, in collaborazione con AcegasApsAmga e Despar.

Alla manifestazione, organizzata dall'associazione È Fantasia, sotto la direzione artistica di Teatro Flambè, Teatro Invisibile e dell'artista Davide Cammarata della Compagnia di Pinco Pallino, hanno partecipato diciassette giocolieri provenienti da tutta d'Italia, che si sono confrontati per due giorni a ritmo di spettacolari performance per la vittoria del contest "Fantasia For Juggling".

PREMI INDIVIDUALI. Ad aggiudicarsi il primo premio, nella categoria dei singoli artisti, è stata la giocoleria di manipolazione di Stefano Zecchino, ligure di Ceriale (Savona), che utilizzando il buugeeng (due attrezzi a forma di doppia esse) ha inscenato un formidabile numero di contact juggling sfruttando cambi di luce e illusioni ottiche di notevole impatto scenografico e visivo.
Secondo classificato Luca Chiarva, giocoliere torinese, che ha mescolato teatro, giocoleria e verticalismo utilizzando clave, pallone e palline. Terzo posto il più giovane partecipante al festival: il 16enne Dario Rasia di Montecchio Maggiore (Vicenza), distintosi per la sua giocoleria in grado di combinare arti marziali, clavette, palline e piccoli coltelli.

PREMI AI GRUPPI. Nella sezione gruppi è stata premiata la prova d'improvvisazione di Fabio Bruno, Marcello Conti, Laura Porta e Dario Rasia, che hanno dato vita a un saggio di passing, formando figure geometriche in aria.
Seconda posizione per Filippo Brunetti, Margherita Cortopassi, Luca Puzio e Marcello Seregni.

BUONI D'ACQUISTO PER ATTTREZZATURE E VIAGGI. Gli artisti più votati dal pubblico e da una giuria qualificata hanno ricevuto dei buoni per l'acquisto di attrezzature e materiali di giocoleria così ripartiti: 700 euro per il vincitore assoluto della categoria individuale, 500 per il secondo e 300 per il terzo; 800 euro sono andati ai componenti del primo gruppo classificato e 200 a quelli del secondo.
A tutti gli altri giocolieri, l'associazione È Fantasia ha invece regalato dei buoni viaggio.

LABORATORI DI GIOCOLERIA. Nelle due giornate di kermesse, grande successo hanno poi ottenuto anche i laboratori di giocoleria, manualità ed equilibrismo, a cui hanno preso parte oltre un centinaio di bambini e ragazzi. Tra le proposte di maggiore appeal, il flowerstick di Luigi Errico (attrezzo tradizionale cinese) e l'installazione impiegata per le evoluzioni con trapezi e tessuti aerei.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento