"Ricercamondo", i bambini si trasformano in scienziati nelle scuole primarie di Padova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Ricercamondo" è la manifestazione ideata per accendere la curiosità dei più piccoli e invitarli a vivere la ricerca scientifica come un'esperienza sorprendente.
L'iniziativa di Henkel dedicata alle scuole primarie sarà a Padova dal 6 al 10 marzo, dove coinvolgerà circa 250 bambini che potranno indossare camice e occhiali per toccare la scienza con le proprie mani.

LE SCUOLE COINVOLTE. Saranno coinvolte dieci classi delle primarie Mantegna (quinto Istituto comprensivo), Giovanni XXIII (settimo Istituto comprensivo), Quattro Martiri (decimo Istituto comprensivo), Santa Croce (Istituto Suore di San Francesco di Sales) e Clair (Istituto Clair).
In ogni scuola gli animatori di "Ricercamondo" allestiranno un vero laboratorio, con tutto ciò che occorre per permettere ai bambini di fare esperimenti con provette e vari materiali, osservare reazioni chimiche e fisiche, confrontare ciò che accade nelle diverse postazioni di lavoro.
"Incoraggiare la curiosità dei bambini e il loro interesse per la scienza è l'obiettivo più importante di 'Ricercamondo'. Dopo il successo di Milano e Napoli, portiamo questo progetto a Padova e in altre tre città italiane per offrire alle scuole un'esperienza educativa e stimolante, partendo dai principi del metodo scientifico per scoprire il mondo con occhi nuovi" ha sottolineato Cecilia de' Guarinoni, responsabile della comunicazione corporate e membro del Comitato Sviluppo Sostenibile di Henkel Italia.

IL PROGETTO "RICERCAMONDO"A Milano hanno partecipato a "Ricercamondo" quasi mille bambini di 44 classi e, dopo Napoli e Padova, l'iniziativa toccherà Forlì, Lucca e Bergamo.
I contenuti di "Ricercamondo" riflettono le aree di attività e ricerca di Henkel: gli esperimenti proposti riguardano quindi gli adesivi, guidando i piccoli scienziati nella formulazione di una colla a partire dall'estrazione di amido da alcuni alimenti, l'osservazione degli effetti di alcune sostanze sui tessuti e la preparazione di una crema idratante da applicare sulla pelle.
I bambini vengono lasciati liberi di provare strumenti e procedimenti, lavorando in piccoli gruppi come accade in un laboratorio reale.
Un'attenzione speciale è dedicata alla sostenibilità, richiamando l'attenzione sulla riduzione degli sprechi, il corretto utilizzo dei materiali, il loro recupero o smaltimento alla fine di ogni attività.
Nato nel 2011 a Düsseldorf, in Germania, nel quartier generale Henkel, questo progetto (nome originale "Forscherwelt", letteralmente 'Il mondo dei ricercatori') è già stato portato con successo in Argentina, Russia, Irlanda e Turchia, coinvolgendo complessivamente 9.700 bambini che hanno finora condotto oltre 33mila esperimenti.
I materiali didattici sono stati sviluppati da Henkel in collaborazione con la Ruhr-Universität Bochum.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento