Concerto di presentazione del disco "Nettare dell'estate" di Giorgio Gobbo al Verdi

 «Camminando nei boschi ho incontrato queste canzoni»: Giorgio Gobbo, uno dei nomi di spicco della musica folk italiana (anche se si definisce un contadino immaginario che suona la chitarra), esce con il suo primo album da solista dopo diciotto anni di collaborazione con la Piccola Bottega Baltazar, di cui è stato cofondatore e voce.

I premi

Prestigiosi i riconoscimenti ottenuti negli anni, dal Premio italiano per la musica indipendente al Premio Valmarana, dal Premio Risonanze al RockitEyes, dal Monferr’Autore al Premio Sisme per la miglior esibizione live, dal Premio Musicultura ai successi delle colonne sonore composte per i film di Andrea Segre.

L’album

L’amore per le montagne e per la natura l’hanno condotto su una strada più solitaria, che oggi diventa realtà con un album che parla di cime, di stagioni e di sentimenti profondi, come quello dell’amore e della paternità.

Tredici inediti, tredici brani “incontrati” camminando nei boschi e che oggi, filtrati dalla sua voce profonda, diventano un album che segue un filo conduttore chiaro, come un dialogo con la natura e con il proprio io più intimo.

I testi sono semplici, suggestivi, ricchi di emozioni. I suoni sono quelli raffinati conosciuti con la Piccola Bottega Baltazar, ma più essenziali, come quelli di un concerto in un rifugio.

La musica e la voce si mescoleranno al rumore del vento e dei boschi

Un progetto molto particolare e sincero, che nascendo dal contatto con la montagna e la natura, alla natura e alla montagna deve tornare. È così che nasce il “pellegrinaggio musicale” che toccherà diverse tappe quasi a sorpresa in luoghi ameni del Veneto, dove la musica e la voce si mescoleranno al rumore del vento e dei boschi.

Un omaggio che assume un valore speciale quest’anno, dopo il disastroso evento che ha colpito i boschi delle Dolomiti e delle Prealpi.

Il concerto al teatro Verdi

L’anteprima assoluta di presentazione dell’album si terrà mercoledì 13 febbraio a Padova, la città del cantautore, al Ridotto del Teatro Verdi. 

Concerto di presentazione del disco "Nettare dell'estate".
Con Giorgio Gobbo, canto e chitarra acustica e Gianluca Segato, lap steel guitar.

Ore 21 al Ridotto del teatro Verdi, Via dei Livello 32, Padova.
Ingresso unico 5 euro.

Il pubblico presente in sala potrà acquistare il disco al prezzo speciale di 10 euro anziché 15 euro.
I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del teatro Verdi.
https://www.teatrostabileveneto.it/events/event/concerto-di-giorgio-gobbo-nettare-dellestate/
L'evento è promosso dal Teatro Stabile del Veneto.

Evento facebook https://www.facebook.com/events/634453973624574/

Le parole che si sono fatte nido

«Ho avuto bisogno di ritrovare il silenzio. Ho camminato nelle boscaglie dei Colli Euganei idealizzando la vita semplice e antica che si intuisce nei frutteti inselvatichiti, nelle case coloniche abbandonate e cadenti. Sono salito nei monti degli altopiani, dove il trascorrere delle stagioni non ha cancellato i segni di guerre lontane. Nel culmine dell’estate ho attraversato le Dolomiti, ho posato la testa tra i prati di alta quota, assopito tra le pietraie al cospetto dei monoliti di roccia che un tempo furono bassi fondali marini.

Ho ricercato il silenzio, ma i grandi spazi aperti sono pieni di voci: lo spirito dei luoghi, le acque che cantano l’eterno mutare delle cose, la presenza spesso solo intuita degli animali che vi abitano, il rumore dei propri passi e il dialogo interiore con le persone care. Sono tornato con la musica e le parole che durante questi viaggi si sono fatti un nido dentro di me. Camminando nei boschi ho incontrato queste canzoni».

Nettare dell’estate

Testi e musiche di Giorgio Gobbo
Produzione artistica di Carlo Carcano
Registrazioni effettuate al Pink Sound Studio (Padova) tra marzo e luglio 2018
Le incisioni e il missaggio sono stati curati da Max Trisotto
Mastering di Andrea De Bernardi (Eleven Master Studio, Milano)
L’immagine di copertina è di Vittorio Bustaffa
“Nettare dell’estate” è un album distribuito da Azzurra Music

Musicisti

Giorgio Gobbo, canto e chitarra acustica
Nelìde Bandello, batteria
Carlo Carcano, pianoforte
Graziano Colella, batteria e percussioni
Stefano Dallaporta, basso elettrico e contrabbasso
Antonio De Zanche, contrabbasso
Mirko Di Cataldo, chitarra elettrica
Margherita Gobbo, canto
Gianluca Segato, lap steel guitar
Annamaria Moro, violoncello e canto
Ivan Tibolla, flauto traverso
Max Trisotto, basso elettrico

Biografia di Giorgio Gobbo

Giorgio Gobbo (Padova, 1975) è cantante, autore di canzoni, chitarrista e compositore.

Oltre alla musica ama le montagne solitarie, le buone compagnie, i libri.

Le storie antiche e moderne dei paesaggi e delle persone che li attraversano sono per Giorgio Gobbo primaria fonte di ispirazione. La natura, l’amore, la difficoltà di stare al mondo e, nonostante tutto, la gioia di vivere: questo è ciò che dà voce al suo canto.

Lavora nel mondo della sofferenza psichica dove ricerca il rapporto tra espressività e terapia.

È stato co-fondatore e voce della storica band veneta Piccola Bottega Baltazar.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Pittura conviviale a Tribano

    • dal 13 ottobre 2019 al 7 giugno 2020
    • Patronato
  • Planetario di Padova, tutti gli eventi di ottobre

    • dal 3 al 31 ottobre 2019
    • Planetario
  • LaFeltrinelli di Padova, tutti gli eventi in programma a ottobre

    • dal 3 al 30 ottobre 2019
    • Feltrinelli

I più visti

  • Antica fiera di Arsego

    • fino a domani
    • dal 17 al 22 ottobre 2019
    • Arsego
  • "Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art" a palazzo Zabarella

    • dal 26 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Zabarella
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb
Torna su
PadovaOggi è in caricamento