Le giornate della Mostra del cinema di Venezia: appuntamento all’MPX

Giovedì 28 settembre secondo appuntamento a Padova con l’edizione 2017 de “Le Giornate della Mostra del Cinema di Venezia. I Film della Settimana della Critica”, iniziativa realizzata dalla Fice Tre Venezie con il sostegno della Direzione Generale Cinema – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione del Veneto, delle Province autonome di Trento e Bolzano Alto Adige e della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.

Giovedì 28 settembre

Le proiezioni si terranno al Multisala Pio X-Mpx con la presenza in sala del critico cinematograficoAdriano De Grandis. Alle 18.30 inizierà “SIC@SIC cortometraggi italiani”, brevi lavori provenienti dalla sezione “SIC@SIC – Short Italian Cinema”. Sono opere di autrici e autori giovanissimi, in grado di muoversi lungo tutto lo spettro espressivo del cinema contemporaneo. Un panorama di possibilità entusiasmanti le cui uniche regole sono il talento e la creatività. “Piccole Italiane” (Italia, 2017, 18’) di Letizia Lamartire è ambientato nel 1943. Il regime fascista vieta la produzione e la vendita di giocattoli ma Italia, bambina cresciuta secondo i principi del regime, decide di ribellarsi all’editto scatenando un putiferio. Sua madre, temendo gravi ripercussioni, la trascina a Roma per scusarsi con il ministro Rizzi che ha emanato la legge. È il 25 luglio e la loro piccola vicenda si intreccerà alla grande storia e della fine del fascismo. Segue “Le visite” (Italia, 2016, 15’) di Elio Di Pace. Il figlio di Nunzia è in carcere, lei e la cognata Franca non gli fanno mancare nulla e sono sempre presenti in occasione della visita ai detenuti del lunedì mattina. Gaetano, marito di Nunzia, non può tollerare di avere il figlio in galera; pensa così di collaborare con la giustizia mettendo in crisi la moglie. In “Nausicaa - L'altra Odissea”(Italia, 2017, 20’) di Bepi Vigna è protagonista la giovane principessa desiderosa di conoscere il mondo, che incontra Ulisse e resta affascinata dai suoi racconti. Dopo averla sedotta, l’uomo l’abbandona. Nausicaa decide allora di cercarlo ripercorrendo i luoghi del suo peregrinare, scoprendo le verità spesso meschine, nascoste nelle sue incredibili storie. Il suo viaggio si trasforma così in un percorso di formazione, durante il quale diventerà finalmente donna. Ne “L'ultimo miracolo” (Italia, 2017, 20’) di Enrico Pau, Cristo, rimasto sulla terra con Pietro dopo la resurrezione, è ormai anziano. Per le strade di Cagliari incontra un giovane fischiatore che ha perso l’intonazione. Vorrebbe aiutarlo ma non ricorda più come fare miracoli, si affida quindi a un ciarlatano a pagamento. L’ultimo miracolo avverrà davanti al mare: il fischio tornerà intonato, ma niente sarà più come prima.

Chiude gli appuntamenti padovani della Settimana della Critica, alle 21“Körfez (The Gulf)” primo lungometraggio da regista di Emre Yeksan (Turchia, Germania, Grecia, 2017). Con alle spalle una carriera distrutta e un divorzio doloroso, Selim torna nella sua città natale, Izmir. Riluttante a fare piani per il futuro, vaga per la città ripercorrendo il proprio passato: la famiglia, i compagni di scuola, un’ex amante. S’imbatte anche in Cihan, un fantomatico compagno del servizio militare, un perdigiorno dallo strano carisma. Quando gli abitanti iniziano ad abbandonare la città a causa di una penetrante esalazione provocata da un misterioso incidente marittimo, Selim si ritroverà in un mondo nel quale riscopre nuove possibilità di vita.

Tutti i film stranieri sono proiettati in lingua originale sottotitolati in Italiano.

Tutte le proiezioni sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti

L’elenco completo delle proiezioni è disponibile al link:

http://legiornatedellamostra.agistriveneto.it/

Per informazioni
Fice Tre Venezie
tel. 049 8750851
fice3ve@agistriveneto.it

LA RASSEGNA

Sono complessivamente quattordici le sale coinvolte nell’edizione 2016 de “Le Giornate della Mostra del Cinema di Venezia. I Film della Settimana della Critica” in Veneto, nelle Province autonome di Trento e Bolzano Alto Adige e nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

«L’iniziativa, fortemente voluta dagli Assessori alla Cultura del Triveneto e Alto Adige e sostenuta dal MiBACT – afferma l’Assessore alla Cultura- Regione Veneto, Coordinatore della Conferenza Permanente Assessori Cultura Triveneto e Alto Adige - consentirà al pubblico di vedere un prodotto altamente qualificato ed in visione esclusiva. La Conferenza Permanente degli Assessori alla Cultura del Triveneto esprime in tal modo la forte convinzione di promuovere il cinema di qualità che difficilmente trova spazio nell’ordinaria programmazione. Le proiezioni si svolgeranno nelle sale cinematografiche d’essai che si sono costituite “in rete” favorendo in tal modo la realizzazione e la condivisione di progetti culturali».

«Le sale d’essai, dedicate al cinema di qualità, mostrano ancora una volta la loro vocazione ad essere dei veri propri presidi culturali in tutto il territorio la cui forza sta proprio nella loro offerta culturale variegata. – dichiara Filippo NalonTanto più in questo caso, in cui ospitano i film provenienti dalla Settimana della Critica di Venezia, tutte opere prime, di autori poco noti, che difficilmente avrebbero la possibilità di uscire ed essere visti nel circuito della grande distribuzione».

«I film selezionati – commenta Franco Montini, Presidente SNCCI - sono stati scelti esclusivamente in relazione all’originalità della messa in scena. I sette titoli del concorso possiedono tutti una propria particolare iconografia, a volte perfino contraddittoria rispetto a quanto ci si potrebbe attendere. Si tratta di un gruppo di film non stereotipati che osano, capaci di portare alla luce le inquietudini del mondo contemporaneo. Ai nove lungometraggi si affiancano altrettanti corti italiani inediti, Sic@Sic: una sorta di piccolo festival parallelo organizzato con Luce Cinecittà, ente interessato alla promozione di registi debuttanti. L’iniziativa è stata varata con grande successo lo scorso anno e viene replicata, aumentando da otto a nove il numero dei corti».

Chiosa Giona Nazzaro, Delegato Generale SIC: «Il cinema riesce sempre a smentire quanti lo considerano periodicamente in fin di vita o privo di idee. Al contrario: raramente il cinema è apparso più ricco di energia, di possibilità, e potenzialità. Dopo i risultati entusiasmanti ottenuti dai film della passata edizione della Settimana internazionale della critica, titoli che hanno viaggiato in lungo e largo, raccogliendo premi e consensi la sfida principale da raccogliere e affrontare era, ovviamente, non ripetersi. Continuare a dissodare il terreno del possibile senza abbandonare il gusto della ricerca inteso proprio come il piacere di cercare i film. Cercare quei film in grado di mettere tutto in discussione, di rimettere in discussione lo sguardo, di creare le condizioni per viaggiare ancora una volta (l’importante - sosteneva Jack Kerouac - è mettersi in movimento) e, soprattutto, essere disponibili allo stupore. Piuttosto che chiudersi nella cittadella delle proprie convinzioni, mettersi in gioco e rischiare. Il cercare, dunque, è parte integrante del piacere. Evocare i film che ancora non esistono se non come desiderio di chi li cerca e desidera».

L’elenco completo delle proiezioni è disponibile ai link

http://legiornatedellamostra.agistriveneto.it/

Per informazioni
Fice Tre Venezie
tel. 049 8750851
fice3ve@agistriveneto.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • L'Egitto di Belzoni. Un gigante nella terra delle piramidi, mostra al San Gaetano

    • dal 25 ottobre 2019 al 28 giugno 2020
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Pittura conviviale a Tribano

    • dal 13 ottobre 2019 al 7 giugno 2020
    • Patronato
  • Musei comunali gratis per il "Giugno Antoniano 2020"

    • Gratis
    • dal 1 al 30 giugno 2020
    • Padova
  • Novecento al Museo, mostra a palazzo Zuckermann

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 30 agosto 2020
    • Palazzo Zuckermann
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento