“Leo Borghi. Frammenti di storia carrarese tra sogno e realtà” mostra a palazzo Moroni

Inaugurazione: 10 maggio 2018, ore 18

Nell’ambito delle celebrazioni per i settecento anni della Signoria Carrarese, l’Assessorato alla Cultura presenta la mostra Leo Borghi. Frammenti di storia carrarese tra sogno e realtà, una selezione di opere a olio su tela realizzate dall’artista padovano, nel lungo corso della sua carriera, e dedicate a Padova medievale e in particolare al periodo dell’illuminata dominazione carrarese sulla città e sul territorio circostante.

Molto apprezzato e conosciuto a Padova, in cui ha mosso i primi passi della sua attività artistica e di cui ha condiviso la vivace vita culturale all’interno delle storiche gallerie e dei circoli artistici, Leo Borghi consolida un legame inscindibile che lega la storia dell’artista alla nostra città, di cui ama rimarcare l’importanza culturale e politica raggiunta nel Medioevo durante la Signoria carrarese, raccontandone le vicende gloriose fino alla caduta finale ad opera dei Veneziani.
Con originalità e grande raffinatezza esecutiva crea un mondo dal sapore fiabesco, popolato di personaggi storici e riconoscibile, nella sua identità geografica, grazie alla presenza di elementi architettonici e naturalistici che rimandano in modo inequivocabile al territorio padovano e alla sua storia e con uno stile asciutto ed essenziale, con precisione calligrafica e colori rarefatti e sfumati, crea i paesaggi collinari e le città turrite d’epoca medievale, Padova, Este, Montagnana, Monselice, illuminate dal carro che risplende in cielo come un sole.

Un racconto suggestivo, in cui la nostra città è raffigurata attraverso i suoi monumenti simbolo, il Salone, il Battistero, il Castello, le torri comunali, la cinta muraria, e attraverso i personaggi che l’hanno dominata, Ezzelino, Ubertino da Carrara e Francesco il Vecchio da Carrara. Non mancano scene dal sapore più intimo come gli scambi di tenerezze tra Gigliola carrarese e Nicolò d’Este, o ancora il cammino mesto di Fina Buzzaccarini e Francesco il Vecchio da Carrara verso il Battistero, luogo della loro sepoltura.

Biografia

Leo Borghi è nato a Montagnana nel 1937, dal 1950 vive a Padova. Figlio d'arte, espone giovanissimo in collettive dal 1957 e ha allestito la prima delle numerose personali nel 1961 alla Galleria Pro Padova. Ha ottenuto premi e riconoscimenti prestigiosi. Sue opere sono presenti in musei, in numerose collezioni private, in spazi pubblici e luoghi sacri, ad esempio nella chiesa di Santa Rita, di San Giuseppe e all’interno del Tribunale di Padova e nella chiesa di San Martino e di Santa Maria Assunta a Piove di Sacco.

Informazioni

Ingresso libero
orario 9.30-12.30, 14-19

Servizio Mostre del Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche
Tel. 049 8204528
tedeschif@comune.padova.it
paganie@comune.padova.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Musei comunali gratis per il "Giugno Antoniano 2019"

    • Gratis
    • dal 1 al 30 giugno 2019
    • Padova
  • Mostra “Verso il centenario. Federico Fellini 1920-2020” ai musei civici agli Eremitani

    • dal 14 aprile al 1 settembre 2019
    • Musei Civici agli Eremitani
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico

I più visti

  • Musei comunali gratis per il "Giugno Antoniano 2019"

    • Gratis
    • dal 1 al 30 giugno 2019
    • Padova
  • Festival della pappardella e gran fritto di pesce a Torreglia

    • dal 7 al 16 giugno 2019
    • Teatro La Perla
  • Rassegna "Cinema in giardino" ad Abano Terme

    • dal 11 luglio 2018 al 29 agosto 2019
    • Montirone
  • Tutti gli eventi di giugno a Cittadella

    • dal 1 al 30 giugno 2019
    • Cittadella
Torna su
PadovaOggi è in caricamento