“Metamorfosi tra realtà e sogno”, mostra di Lorenzo Bettio a Limena

Sabato 17 settembre alle ore 18 la Banca Mediolanum - Family Banker Office di Limena, ospiterà l'inaugurazione della mostra personale "Metamorfosi tra realtà e sogno" del fotografo Lorenzo Bettio.
A cura di Maria Palladino.

La mostra resterà visitabile fino al 10 gennaio 2017.
Orario di apertura: lunedì - venerdì 8.30 - 13.15 e 14.15 - 18.30; sabato 9 - 13.30.

Ingresso libero.

"Metamorfosi" di Lorenzo Bettio è un progetto fotografico che nasce dal fortuito e inaspettato abbinamento fra abilità tecnica e casualità naturale, in un'ottica di innovazione in cui i confini dell'inesplorato e del non ancora sperimentato nel campo, vengono sollecitati alla ricerca di originali effetti e sorprendenti combinazioni visive.

Il tutto prende vita da una grande passione, quella, appunto, dell'autore per il suo mezzo, che indaga e mette alla prova sfidandone i confini e i limiti, in esiti che possiamo definire quasi pittorici, composizioni che alterano la naturale struttura della pellicola per accrescerne le potenzialità espressive e l'impatto visivo.

Ciò è dovuto all'intervento improvviso e imprevedibile dell'evento fisico, per cui l'elemento acqua, materia di fondamentale importanza sul nostro pianeta, ha agito ad un tratto chimicamente sul supporto analogico della diapositiva producendo rottura di equilibri, rimescolamento di sostanze, formazione di nuovi composti e, in ultima analisi, stravolgimento cromatico del supporto preesistente.

Per Lorenzo Bettio la fotografia è essenzialmente emozione, sentimento, sollecitazione sensoriale e psichica che porta all'idea originaria, la quale si trasforma poi in piano d'azione e quindi, attraverso un minimo intervento di postproduzione, in opera compiuta.

Nel caso di "Metamorfosi" la natura non ha fatto altro che accentuare e portare alle estreme conseguenze la sua volontà di superare le barriere imposte dalle possibilità esecutive della macchina, di rimescolare i colori, mettere in discussione gli assunti e i processi, suggerire dimensioni dell'essere e della mente mai immaginati prima.

Un richiamo alla pittura surrealista e informale, con una forte componente simbolica e concettuale è comunque rintracciabile in questi arabeschi e distese di colori intensi, forme impreviste e fiabesche costellazioni che si ramificano sulla superficie dell'opera fino a renderla un'interessante ponte di passaggio fra i generi. Singolare conseguimento che ibrida la comune capacità di percezione e riconoscimento e l'inconsueto divenire e mutare del mondo, rappresentato sia dalle creazioni fantastiche, quanto dall'impattante e a tutt'oggi drammaticamente determinante ricerca scientifica.

L'ARTISTA

La sua passione per la fotografia nasce guardando i libri del fotografo Fulvio Roiter.
Dal 1979 inizia a scattare le prime immagini e frequenta il Fotoclub Padova apprendendo la tecnica e le prime nozioni di fotografia.
Nel 1983 con altri amici appassionati di arte fotografica, fonda il Fotoclub Rubano.
Nel 1985 frequenta una scuola di fotografia professionale a Firenze, dove affina la tecnica di still life e fotografia industriale.
Successivamente comincia ad esporre in mostre fotografiche collettive e realizza la prima mostra personale nel Comune di Rubano PD.
Nel 1991 la fotografia diventa una professione.
Nel 2014 la prima importante mostra al RUBANO ART FESTIVAL, con "METAMORFOSI".
Nel settembre 2015 partecipa alla "BIENNALE MILANO" International Art Meeting allo Spazio Tadini con il prof. Vittorio Sgarbi e il promoter Salvo Nugnes.
Nell'ottobre 2015 partecipa alla mostra collettiva "SPOLETO INCONTRA VENEZIA" nella prestigiosa sede di Palazzo Giustinian VE, con il prof. Vittorio Sgarbi e il promoter Salvo Nugnes.
Nel novembre 2015 è presente ad ART PADOVA FIERE.
Nel dicembre 2015 partecipa alla manifestazione "ROVOLON FOTOGRAFIA".
Nel dicembre 2015 partecipa alla mostra d'arte collettiva: "ENERGIA CREATIVA" con Salvo Nugnes e il prof. Vittorio Sgarbi, esponendo ai "NAVIGLI" di Padova.
Nel febbraio 2016, mostra personale "METAMORFOSI" all' Hotel Plaza di Padova.
Nell'agosto 2016, mostra personale "METAMORFOSI" presso Cercantico Gallery, Starts Association, a Toscolano Maderno.

INFORMAZIONI

Banca Mediolanum: 049768244
Lorenzo Bettio: +393489112728 - lorenzobettio@libero.it
Maria Palladino: +393341695479 - audramsa@outlook.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • "Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art" a palazzo Zabarella

    • dal 26 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Zabarella
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb

I più visti

  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • "Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art" a palazzo Zabarella

    • dal 26 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Zabarella
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb
  • "Sculture in acqua, in piazza" per la Biennale a Piazzola sul Brenta

    • Gratis
    • dal 28 giugno al 30 novembre 2019
    • Piazza Paolo Camerini
Torna su
PadovaOggi è in caricamento