Mostra-concorso il Sigillo: “Racconti, fotografie e illustrazioni ricordano il 1915”

Il 15 ottobre 2015 alle ore 17 nella Sala della Gran Guardia in piazza dei Signori sarà inaugurata la mostra delle opere vincitrici del concorso "Il Sigillo", organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. In occasione dell'inaugurazione si svolgerà anche la premiazione, alla presenza dell'assessore alla Cultura Matteo Cavatton, del presidente dell'Università Popolare Pier Luigi Fantelli, e dei presidenti delle giurie Gustavo Millozzi (fotografia), Andrea Nante (illustrazione) e Antonia Arslan (racconto), con la lettura di alcuni brani scelti tra quelli partecipanti all'iniziativa.

Giunto alla seconda edizione, il concorso è stato bandito dall'Università Popolare di Padova assieme alle Associazioni Gabinetto di Lettura, Italia Israele, Italia-Armenia, Casa di Cristallo e al Museo diocesano ed è stato realizzato in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova con il patrocinio della Provincia di Padova e della Regione Veneto, e sostenuto da Il Mattino di Padova.

"Siamo lieti di riproporre questa iniziativa-afferma l'assessore alla Cultura del Comune di Padova Matteo Cavatton- voluta dall'Università Popolare di Padova, istituzione cittadina da oltre un secolo promotrice di cultura, capace di fare rete con altre importanti realtà del territorio. La mostra - concorso si presenta quest'anno ancora più ricca: sarà un'occasione per riflettere su eventi che hanno cambiato il contesto mondiale, partendo dall'interpretazione che i partecipanti hanno dato al tema del concorso, il 1915".

Un anno tragico, si pensi alla Grande Guerra o al secondo massacro armeno, ma anche di grande fermento culturale: nel 1915 Einstein presenta la sua Teoria della relatività all’Accademia prussiana delle scienze, Kafka pubblica il suo racconto più famoso La metamorfosi e in Italia viene dato alle stampe il Manifesto del teatro futurista. I partecipanti al concorso sono stati chiamati a mettere in luce con racconti, fotografie e illustrazioni questo periodo, segnato non solo dai massacri e dalle devastazioni che portarono alla fine del periodo chiamato poi belle époque, ma anche da importanti scoperte scientifiche e dall'affermarsi delle avanguardie artistiche.

Questi i nomi dei partecipanti alla mostra:

sezione racconti Eliana Barlocco, Billie e mia nonna (1° premio); Alberto Camerano, La guerra a due ruote (2° premio); Davide di Finizio, La più bella del mondo (3° premio); Gianna Morello, Mosaico (segnalato); Vittorio Caratozzolo, Berlino 1915 (segnalato); Maria Scilla Montani, L'anno del coniglio di legno (segnalato)

sezione fotografie Gianpietro Schirato, Verso il sacrificio (1° premio); Marino Carraro, La vedetta (2° premio); Michela Scarazzolo Tutto mi era fraterno (3° premio); Marino Carraro, Medicazione (segnalato); Michela Scarazzolo, L'alpino (segnalato); Enrico Temporin, 2° Bis (segnalato); Antonio Cunico, 1915 - La guerra e R: Barthes - La camera chiara; Andrea Scandolara, Ossario del Pasubio; Michela Scarazzolo, Abbraccio postumo; Gianpietro Schirato, I granatieri eroi sul Cengio; Luigi Vigliotti, Ricordi di guerra tra rovine armene e Memoriale del genocidio 1915

sezione illustrazioni Rachele Calore, Il non ritorno (1° premio); Alessandra Sulis, In viaggio con l'Orient Express - verso il 1915 (2° premio); Silvia Zaccaria, An american icon: Coca Cola bottle design (3° premio); Alessandra Gobbo, 1915 Metamorfosi; Andreina Parpajola, Il poeta soldato inglese - Richard Aldington; Valentina Cardana, Quel che rimane; Laura Viscomi, (senza titolo); Marco Novo, Who's who in 1915; Ludovica Sodano, Ancora un bacio; Roberta Capurso, Tempi moderni; Victoria De Biasi, Carne viva per società morte; Gianremo Montagnani, Memoria della Belle Epoque; Giada Ottone, Il riposo dei soldati; Luigi Ronca, Lettera dal fronte; Agnese Elli (senza titolo); Valentina Graziuso, 1915 - Vertigo; Laura Lucchi, Never again

Per ricordare il centenario del Genocidio Armeno viene inoltre esposto il portfolio di Beppe Bizzotto "Armenia- un popolo che (r)esiste".

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 16 ottobre al 15 novembre 2015, orario 10 - 13 e 14 - 18 (chiuso il lunedì, ingresso libero).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Al chiaro di Padova", mostra fotografica di be Strega all'osteria Fradei Kempes

    • Gratis
    • dal 27 maggio al 27 ottobre 2017
    • Osteria Fradei Kempes
  • Il Catajo si mostra, mostra a cura di Andrea Babolin al castello

    • dal 27 agosto al 12 ottobre 2017
    • Castello del Catajo
  • “Inanimus. Un bestiario contemporaneo” mostra alla cattedrale ex macello

    • Gratis
    • dal 2 settembre al 17 ottobre 2017
    • Cattedrale ex Macello

I più visti

  • Arena romana estate 2017, calendario degli spettacoli dal vivo e delle proiezioni

    • dal 1 agosto al 30 settembre 2017
    • Arena Romana
  • Sagra di San Bartolomeo • Panino Live a Tencarola

    • Gratis
    • dal 24 agosto 2017 al 4 settembre 2018
    • Tencarola
  • Fiera delle Parole 2017, tutti gli incontri in programma sui colli Euganei e alle Terme

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 1 ottobre 2017
    • Montegrotto Terme
  • Oktoberfest Padova in corso Australia

    • Gratis
    • dal 13 al 24 settembre 2017
    • Gran Teatro Geox
Torna su