Notturni d’arte 2018, gli appuntamenti della settimana

  • Dove
    Padova
    Padova
  • Quando
    Dal 16/08/2018 al 18/08/2018
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Appuntamenti della seconda settimana dei Notturni d'Arte 2018. Manifestazione realizzata con il contributo di Cassa di risparmio del Veneto.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DI "NOTTURNI D'ARTE 2018"

Programma

Giovedì 16 agosto, ore 19

Musei Civici Eremitani-P.zza Eremitani 8
Preziose testimonianze del Trecento ai Musei Civici: la Croce di Giotto e gli Angeli di Guariento
Visite guidate ai Musei Civici agli Eremitani

La storia della pittura padovana del Trecento prende avvio con l’arrivo di Giotto. Dell’artista toscano il Civico Museo d’Arte Medioevale e Moderna conserva la preziosa Croce realizzata per la Cappella degli Scrovegni. L’opera è databile agli stessi anni degli affreschi, la cui esecuzione si colloca tradizionalmente fra il 1303 e il 1305, e mostra una stretta somiglianza con la scena della Crocifissione, in particolare. con Giotto il processo di umanizzazione del sacro raggiunge risultati altissimi, creando un forte coinvolgimento emotivo dello spettatore.
Nell’ambiente artistico della Padova trecentesca spicca la figura di Guariento di Arpo, a cui si deve il ciclo decorativo della cappella privata della Reggia dei Signori Carraresi, purtroppo smembrato nel Settecento in seguito all’abbattimento del muro orientale della cappella.
L’allestimento in pinacoteca con la ricostruzione volumetrica della cappella è stato studiato in occasione della mostra Giotto e il suo tempo del 2000: pur nella frammentarietà della serie, esso permette di immaginare l’effetto dell’insieme, che tanto dovette affascinare non solo i Carraresi, ma anche gli ospiti della loro splendida corte.
Guariento fu pittore di corte dei Carraresi e, dopo la sua morte avvenuta ante 1370, gli subentrò Giusto de’ Menabuoi, a cui si devono le imprese pittoriche del Battistero e della cappella Belludi nella Basilica del Santo.
Info: biglietto euro 3

Venerdì 17 agosto, ore 20.45

Basilica del Santo-P.zza del Santo
Mirabili artisti al Santo: Giotto, Giusto de' Menabuoi, Altichiero da Zevio e Jacopo Avanzi
Visite guidate alla Basilica del Santo

Nella Basilica e nel Convento di Sant’Antonio si conservano le prime testimonianze della presenza di Giotto a Padova - attivo probabilmente prima nella Cappella della Madonna Mora, poi nella Cappella delle Benedizioni e nella Sala del Capitolo - eseguite in un periodo intorno al 1302-1303, ovvero poco prima della decorazione nella Cappella degli Scrovegni. Per questo motivo nell’ambito della candidatura Padova Urbs picta rappresentano, dal punto di vista cronologico, l’inizio dell’attività di Giotto a Padova: nella decorazione del Convento si può cogliere come il maestro fiorentino avesse già posto le basi della sua ricerca sulla prospettiva e resa degli spazi che esprimerà compiutamente poco dopo nella Cappella degli Scrovegni. Nella Basilica sono presenti inoltre i maggiori protagonisti della storia dell’affresco padovano del Trecento: Giotto, Giusto de’ Menabuoi, Altichiero da Zevio, Jacopo Avanzi e Jacopo da Verona, motivo ulteriore del suo inserimento nella candidatura, con esempi altissimi di cicli affrescati che sono anche testimonianze concrete della storia della grande committenza legata alla Signoria Cararrese.
Info: biglietto euro 3

Sabato 18 agosto, ore 20.30

Casa del Petrarca-Via Valleselle 4 (Arquà Petrarca)
Francesco Petrarca e Francesco da Carrara: un'amicizia che ha segnato due vite straordinarie
Visite guidate alla Casa di Francesco Petrarca

Nel 1369 Francesco Petrarca, ormai anziano e malato, dopo una vita di viaggi e peregrinazioni fissò la sua dimora nel tranquillo villaggio di Arquà, vicino a Padova, per trascorrervi in pace gli ultimi anni attendendo agli amati studi, circondato dalla sua piccola famiglia e dagli amici più cari. Tra questi, Francesco il Vecchio da Carrara, suo figlio Francesco Novello e alcuni esponenti dell’entourage dei Signori di Padova, come il medico Jacopo Dondi. Il rapporto tra Petrarca e i Carraresi datava da lungo tempo. L’approdo definitivo a Padova era avvenuto nel 1368. Petrarca ricevette la casa di Arquà in dono da Francesco il Vecchio; ne ampliò gli spazi rustici circostanti grazie all’acquisto di terreni limitrofi e la fece restaurare per adeguarla alle sue esigenze, seguendo personalmente i lavori.
Ad Arquà egli trascorse gli ultimi anni, alternando solo qualche soggiorno a Padova: in compagnia dei libri prediletti, circondato dall’affetto dei familiari, dei servitori fedeli e dei tanti amici che venivano a visitarlo, continuò nella tranquillità desiderata ad attendere alle sue opere e agli amati studi, soprattutto lavorò alla revisione delle rime volgari. Morì nella notte tra il 18 e il 19 luglio 1374. Il 24 luglio nella pieve di Santa Maria di Arquà furono celebrati i solenni funerali del poeta alla presenza di Francesco il Vecchio e delle principali autorità patavine.
Info: biglietto euro 3
Attenzione - Sede con barriere architettoniche

Informazioni

Costo biglietti “Notturni d’Arte”

Biglietto unico euro 3 a persona per l’accesso ad una singola serata, tranne per le serate in cui è previsto un costo diverso. Non è più possibile acquistare i biglietti e i libretti nelle sedi di svolgimento delle serate.
Biglietti da acquistare presso le sedi in programma per: Orto Botanico, MUSME, navigazione in battello, Castello di Monselice, Planetario di Padova, Musei Civici agli Eremitani, Museo della Padova Ebraica, Promovies

Abbonamenti

Biglietto euro 6 a persona per l’accesso a 3 serate
Biglietto euro 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata
Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni
Costo della guida stampata: euro 4

Prevendita

Ufficio IAT-Informazioni e Accoglienza turistica (P.zza Cappellato Pedrocchi). Orario: da lunedi a sabato 9-18; domenica 10-15; aperto il 15 agosto con orario festivo

Il biglietto dovrà essere esibito all’inizio della serata per comprovare l’avvenuto pagamento. Non è previsto alcun rimborso in caso di mancata partecipazione o di mancato svolgimento della serata per motivi indipendenti dall’organizzazione.
Si richiede la puntualità. Perde il diritto all’entrata chi, già in possesso del biglietto, non rispetterà l’orario di inizio del programma indicato nel biglietto.

Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche - Via Porciglia 35, Padova
Tel. 049/8204533
notturnidarte@comune.padova.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • Tutti gli eventi di settembre a Cittadella

    • dal 1 al 30 settembre 2019
    • Cittadella
  • Visita al'Orto Botanico con guida naturalistico-ambientale

    • 22 settembre 2019
    • Orto Botanico
  • Giornate europee del Patrimonio 2019, tutti gli appuntamenti a Padova e provincia

    • da domani
    • dal 21 al 22 settembre 2019
    • Padova

I più visti

  • Arena romana estate 2019, calendario degli spettacoli dal vivo e delle proiezioni

    • dal 1 giugno al 30 settembre 2019
    • Arena Romana
  • Antica sagra di Mejaniga a Cadoneghe

    • Gratis
    • dal 14 al 22 settembre 2019
    • Mejaniga
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb
Torna su
PadovaOggi è in caricamento