Al via la rassegna FuoriLuogo: eventi, spettacoli e laboratori nelle periferie della città

Dopo l'anteprima del 21 giugno nel Carcere Due Palazzi, prende il via domenica 9 settembre la rassegna promossa da SIAE, Comune di Padova e Scuola di Musica Gershwin

Dopo l'anteprima del 21 giugno nel Carcere Due Palazzi, prende il via domenica 9 settembre un viaggio nei non-luoghi padovani con la rassegna promossa da SIAE e Comune di Padova in collaborazione con Scuola di Musica Gershwin ed Equality. Venti appuntamenti tra concerti, spettacoli di danza, reading teatrali e laboratori tutti ad ingresso gratuito che sono stati presentati a Palazzo Moroni durante una conferenza stampa. 

Luoghi/Non luoghi

Dopo il successo di LuoghiNoNLuoghi, l'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova continua il suo impegno nella promozione di iniziative per valorizzare e riqualificare le periferie del territorio lanciando un nuovo contenitore culturale, intitolato FuoriLuogo, che fino a novembre animerà i quartieri padovani con 12 spettacoli (concerti, esibizioni di danza, reading letterari/teatrali ed eventi per bambini e famiglie) e 8 interventi laboratoriali che coinvolgeranno attivamente la comunità cittadina. Il progetto è sostenuto dalla SIAE nell’ambito del bando “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura. Bando 1-Periferie urbane settore musica (Ed. 2017)”. La direzione artistica è a cura della Scuola di Musica “G.Gershwin” di Padova, associazione culturale attiva da 30 anni e da sempre sensibile a progetti di multiculturalità e riqualificazione ambientale anche per il contesto in cui è collocata la propria sede. Partner del progetto la cooperativa sociale Equality che si occuperà dei laboratori e delle attività didattiche e formative.
Numerose poi le associazioni del territorio coinvolte: dalla musica (Play, Moviechorus) alla danza (Cochabamba444, Dance4Fun, Showtime Studio), dal teatro (Pipa e Pece) alla fotografia (Fotoclub Padova).
Media partner della rassegna RadioBue.

Colasio

“Un progetto culturale – come afferma l'Assessore alla Cultura Andrea Colasio – pensato per germinare in luoghi urbani che non sono nati per ospitare eventi, ma che dagli eventi possono trovare pretesti e strumenti per una rigenerazione.
Arte, musica, comunicazione, teatro, linguaggio, tutte le espressioni del sentire umano sono fatte da sempre per la collettività: sono dirette ad una moltitudine o da una moltitudine talvolta provengono, e in ogni caso a loro diamo il valore straordinario di una azione e di una riflessione sociale. Sono sfide di particolare urgenza, ovunque ormai, e ad esse la creatività assieme all’aggregazione di esperienze può dare risposte importanti.
Così come l’allestimento di spazi inediti crea occasioni per giovani artisti, alle prese con interventi che dal territorio trovano ispirazione e al territorio restituiscono valore”.

Dal Due Palazzi a Piazza Portello

Dopo un'anteprima il 21 giugno nel Carcere Due Palazzi in occasione della Festa della Musica 2018, la rassegna prende ufficialmente il via domenica 9 settembre alle ore 18:30 al Capolinea Sud del Tram (zona Guizza) con una milonga di tango argentino abbinata all'esibizione dei giovani ballerini del gruppo Chicococha.
Prerogativa del progetto è infatti quella di valorizzare i talenti emergenti della città che abbiano svolto nel loro percorso formativo attività culturali di riqualificazione territoriale e ambientale.
Seguiranno altri 10 spettacoli fino al 23 novembre tra concerti, esibizioni di danza, reading letterari/teatrali ed eventi per bambini e famiglie. Un'offerta culturale eterogenea che vuole incontrare la pluralità di interessi e coinvolgere un pubblico numeroso anche grazie all'ingresso libero e gratuito.
Di particolare interesse i concerti di world music dei Mediterranean Ensemble (12 settembre, piazzale Stazione) e dei Mi Linda Dama (9 novembre, Sala San Carlo), gli spettacoli di teatro-musica Strappatempo (5 ottobre, Teatro Tom Benetollo) e Ho un pinguino nella scarpa e due attori nel cappello (12 ottobre, Cinema Rex), le esibizioni di hip hop e street dance in Piazza Portello (19 ottobre) e il concerto di colonne sonore dei Moviechorus (28 ottobre, Cinema Esperia).

Laboratori

Sono otto gli interventi laboratoriali gratuiti e aperti alla cittadinanza, con particolare riguardo ai residenti (prevalentemente giovani italiani e stranieri), ai commercianti e agli avventori presenti nell’area situata tra la Stazione Ferroviara e il Quartiere Arcella. Il primo appuntamento sarà mercoledì 12 settembre con Sapori delle Culture, in cui verranno presentati e fatti degustare i prodotti alimentari etnici. Ma ci sarà spazio anche per i fumetti, la fotografia, le maschere e altre attività formative e interattive a cura di docenti, psicologi, illustratori e giovani artisti.

Potrebbe interessarti

  • Un risultato storico: l'Università di Padova è la migliore d'Italia

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Deraglia il Tram al capolinea della Guizza: ferito l'autista, contusi i passeggeri

  • Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

  • Mezzo pesante in fiamme lungo l'autostrada: A13 chiusa tra Boara e Monselice, code

  • Pannelli fotovoltaici a fuoco sul tetto dell'azienda: il fumo si vede da chilometri

  • Nuovo primario per il polo di pronto soccorso: è la padovana Roberta Volpin

Torna su
PadovaOggi è in caricamento