51a stagione concertistica 2016/2017 al Pollini

L’Orchestra di Padova e del Veneto presenta la 51° Stagione concertistica, realizzata con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione del Veneto e del comune di Padova.

SCOPRI IL CALENDARIO DELLA STAGIONE 2016/2017

Info: www.opvorchestra.it, tel. 049 656848

Programma stagione concertistica

FEBBRAIO

  • Giovedì 23 febbraio 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Schumann, Genoveva, Ouverture
    Liszt, Concerto per pianoforte e orchestra n. 2
    Schumann, Sinfonia n. 2
    Roland Böer, direttore; Alessandro Taverna, pianoforte

MARZO

  • Giovedì 9 marzo 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Ligeti, Melodien per orchestra
    Schumann, Concerto per violoncello e orchestra op. 129
    Tchaikovsky, Variazioni Rococò per violoncello e orchestra
    Mozart, Sinfonia n. 38 “Praga”
    Daniel Huppert, direttore; Gary Hoffman, violoncello
     
  • Giovedì 16 marzo 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Fedele, Lexikon III (3. Esattezza 4. Visibilità) Commissione OPV (prima esecuzione assoluta)
    Prokofiev, Concerto n. 1 per violino e orchestra
    Schumann/Mahler, Sinfonia n. 4
    Marco Angius, direttore; Michael Barenboim, violino

APRILE

  • Giovedì 6 aprile 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Weber, Oberon, Overture
    Berlioz, Les nuits d’été, per voce e orchestra op. 7
    Schumann, Sinfonia n. 3
    Elim Chan, direttore (Donatella Flick LSO Conducting  2014); Laura Polverelli, mezzosoprano
     
  • Venerdì 28 aprile 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Stravinskij, Otto piccole miniature
    Galante, Concerto per due pianoforti e orchestra
    Arvo Pärt, Greater Antiphons 
    Stravinskij, Danze concertanti
    Orchestra I Pomeriggi Musicali
    Carlo Boccadoro, direttore

MAGGIO

  • Venerdì 5 maggio 2017, ore 20.45
    Prova generale, ore 10.30
    Mozart, Sinfonia concertante per oboe, clarinetto, fagotto, corno e orchestra K 297b
    Marcello/Respighi, Didone, Cantata per soprano e orchestra
    Petrassi, Récréation concertante (Terzo concerto) per orchestra
    Paolo Brunello, Luca Lucchetta, Aligi Voltan, Danilo Marchello; Arianna Vendittelli, soprano
    Marco Angius, direttore

DETTAGLI

Il programma può subire delle variazioni, per ulteriori informazioni e aggiornamenti consultare il sito www.opvorchestra.it.

La 51ª Stagione concertistica dell’Orchestra di Padova e del Veneto, intitolata “Il suono molteplice”, prosegue giovedì 23 febbraio (ore 20.45) all’Auditorium Pollini di Padova con un concerto diretto da Roland Böer, nel corso del quale si esibirà anche un grande talento del pianismo contemporaneo: Alessandro Taverna.

Il programma della serata, interamente dedicato al repertorio romantico, prevede l’esecuzione di tre composizioni pressoché coeve. Al Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in la maggiore di Franz Liszt saranno infatti accostate due pagine di Robert Schumann: l’Ouverture dall’opera Genoveva e la Sinfonia n. 2 in do maggiore op.61, proseguendo così il “Percorso Schumann” che all’interno della stagione prevede, tra altro, l’integrale delle Quattro Sinfonie del grande compositore tedesco.

C’è attesa per il debutto sul podio dell’OPV di un direttore prestigioso come Roland Böer, 46 anni di Francoforte, attivo nei principali teatri lirici e nelle maggiori sedi concertistiche europee: dalla Scala a Santa Cecilia, dal Covent Garden alla Deutsche Oper e alla Berlin Oper. Dal 2002 al 2008 Böer ha ricoperto il ruolo di Kapellmeister all’Oper Frankfurt, e dal 2009 è direttore musicale del Cantiere internazionale d’arte di Montepulciano, dove dal 2015 ha assunto il ruolo di direttore artistico e musicale.

Grande attesa anche per l’esibizione di Alessandro Taverna nel concerto di Liszt. Veneziano di nascita, diplomandosi a soli diciassette anni col massimo dei voti, la lode e la menzione speciale presso il Conservatorio “Pollini” di Padova, il giovane pianista si è affermato dopo la vittoria al Concorso di Leeds nel 2009. Da allora ha intrapreso una intensa carriera concertistica che lo ha visto esibirsi sui palcoscenici più importanti di tutto il mondo, ottenendo prestigiosi riconoscimenti internazionali.

La serata si aprirà con l’Ouverture da Genoveva, l’unica opera composta da Schumann ed eseguita sotto la sua direzione a Lipsia nel 1850. Questa pagina è considerata un vero preludio sinfonico, tematicamente riassuntivo dell’intero dramma musicale, secondo il modello di Weber e indicativo della nuova estetica romantica. L’ouverture si contraddistingue per l’accurata ricerca timbrica dello strumentale e per certe caratterizzazioni psicologiche riferibili ai personaggi dell’opera, affidate a impasti sonori di immediata comunicativa.

Un altro lavoro dalle tinte squisitamente romantiche è il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 di Liszt (1849). Basata su un solo tema che rimane fondamentale per tutta la struttura del pezzo, è nel complesso un’opera priva di contrasti esibiti e accentuati: l’unico tempo lento è quello iniziale. Si configura quindi come un unico, grande arco musicale, articolato al suo interno in sei movimenti definiti dai cambi di tempo che si succedono senza soluzione di continuità, smentendo la classica architettura tripartita – in qualche caso quadripartita – propria del genere.

In chiusura di serata sarà eseguita una composizione tormentata e problematica: la Sinfonia n. 2 di Schumann (1846). Frutto doloroso di anni difficili, segnati da depressioni, insonnia, allucinazioni sonore, si tratta di un lavoro decisamente singolare che reinterpreta e attualizza la grande forma ereditata da Beethoven. Schumann stesso dichiara che questa sinfonia segna la vittoria artistica su terribili sofferenze interiori (le stesse che più avanti lo porteranno alla follia e alla morte precoce). Nel lavoro si percepiscono infatti il combattimento psichico, l’impeto di una forza interiore e l’esultanza della vittoria.

Il concerto sarà preceduto alle ore 19 (Auditorium Pollini) da una presentazione di Alessandro Zattarin promossa dall’Associazione Amici dell’OPV.

Il giorno stesso, alle 10.30, sempre all’Auditorium Pollini, sarà aperta al pubblico la prova generale: biglietto intero euro 7, ridotto studenti euro 3.

La 51esima Stagione concertistica dell’Orchestra di Padova e del Veneto è realizzata con il sostegno di MiBACT, Regione del Veneto, Comune di Padova e Fondazione Antonveneta.

Biglietti

Concerto: interi euro 22, ridotti in convenzione euro 20, ridotti amici OPV euro 18, ridotti under35 euro 8, ridotti speciali famiglie euro 30, in prevendita a partire da una settimana prima rispetto alla data del concerto presso Gabbia (via Dante, 8) o in vendita al botteghino dell’Auditorium Pollini, il giorno del concerto dalle ore 20. I biglietti interi possono essere online sul sito www.opvorchestra.it

PER INFORMAZIONI

Orchestra di Padova e del Veneto
via Marsilio da Padova, 19 - Padova
telefono 049 656848 - 656626
email info@opvorchestra.it
sito www.opvorchestra.it

Auditorium Pollini, via C. Cassan (laterale via Altinate) - Padova

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Al Ristorante Pizzeria Daltrocanto "Music&Food" per il benessere

    • Gratis
    • dal 5 settembre al 17 ottobre 2019
    • Ristorante Pizzeria Daltrocanto
  • Racconti sonori tra storia e musica a Villa Contarini Giovanelli Venier

    • 12 ottobre 2019
    • Villa Contarini Giovanelli Venier
  • Festival Internazionale Bartolomeo Cristofori 2019, tutti gli appuntamenti a Padova

    • dal 21 al 29 settembre 2019
    • Padova

I più visti

  • Arena romana estate 2019, calendario degli spettacoli dal vivo e delle proiezioni

    • dal 1 giugno al 30 settembre 2019
    • Arena Romana
  • Michele De Lucchi crea l’Albero degli Alberi all’Orto Botanico

    • dal 15 marzo 2019 al 5 gennaio 2020
    • Orto Botanico
  • Tutti gli eventi di settembre a Cittadella

    • dal 1 al 30 settembre 2019
    • Cittadella
  • “Eve Arnold. Tutto sulle donne – All about women”, mostra a Villa Bassi di Abano

    • dal 18 maggio al 8 dicembre 2019
    • Villa Bassi Rathgeb
Torna su
PadovaOggi è in caricamento