Legambiente denuncia: "Pm10, già raggiunto il limite annuale di legge: non era mai successo"

Il "triste" traguardo mercoledì a Padova dove si è arrivati a 35 giorni di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo d'aria

E' stato raggiunto il limite di legge annuale del Pm10: 35 giorni di superamento del limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo d’aria.

IL "RECORD". "Preoccupa - dichiara Lucio Passi, portavoce di Legambiente Padova che sia avvenuto così presto. L’anno scorso il limite annuale fu superato solo il 5 aprile, nel 2015 il 13 marzo, nel 2014 addirittura il 21 ottobre, e il 18 ottobre nel 2013: è un sintomo della tendenza al peggioramento dell’inquinamento atmosferico negli ultimi anni. Così siamo entrati – continua Passi - nel diciassettesimo anno consecutivo in cui Padova è fuorilegge per l’aria che respiriamo, senza serie azioni strutturali di contrasto da parte delle amministrazioni comunali che si sono succedute. Non è possibile che dopo 17 anni di smog fuorilegge, non esistano piani di riduzione dell’inquinamento e del traffico, se non basati su misure emergenziali e salottiere, che non hanno mai risolto il problema. Servono, oltre alle doverose misure temporanee, veri piani strutturali. Una situazione questa sulla quale i futuri candidati Sindaci si devono impegnare.  Per essere credibili dovranno mettere bene in chiaro quali sono i loro programmi antismog”.

LE PROPOSTE. “Legambiente ha messo in campo, dichiara Andrea Ragona, presidente di Legambiente Padova, un combinato di proposte: creare un sistema di controllo del traffico con il road pricing,  provvedere  al rilancio del trasporto pubblico locale (TPL) finalizzando 6 dei 12  milioni di euro provenienti dalle multe degli autovelox in tangenziale al potenziamento del servizio. Inoltre dopo le ultime fusioni, il gettito dei parcheggi non va più a finanziare il TPL: una cosa che invece  va subito ripristinata, come prima urgente misura. Infine da tempo proponiamo la diffusione di aree a ciclabilità diffusa nel centro e nei quartieri portando il limite di velocità per le auto a 30 km l’ora. In parallelo  – conclude Ragona-  andrebbe creato un portale per il Car pooling locale (condivisione dell’auto da parte di più persone che fanno un identico tragitto) e potenziati gli attuali servizi di carsharing e bikesharig”. Dai candidati Sindaci vogliamo risposte a queste proposte.”

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Dà fuoco alle case degli esponenti del Partito Democratico, denunciato il piromane

  • Cronaca

    Task force sul nuovo ospedale, in agosto la firma dell'accordo e nel 2022 i cantieri

  • Cronaca

    Danni da trasfusioni, l'Usl 6 Euganea anticipa gli indennizzi statali per 415mila euro

  • Cronaca

    Negato al medico uxoricida il permesso di uscire dal carcere per la tesi di laurea

I più letti della settimana

  • Scivola durante una camminata in montagna: muore un 36enne di Piove di Sacco

  • Teatri, prodotti tipici, festival, turismo e fiere: gli eventi del weekend a Padova e provincia

  • Rapinatori armati di fucili e pistole sparano in una sala slot: terrore in un bar a Tencarola

  • Este: giovane mamma muore nel sonno

  • Grave infortunio sul lavoro nell'Alta: operaio resta schiacciato tra i cingoli di un escavatore

  • Mamma perde il figlio sull'autobus: ritrovato sulle Riviere da una studentessa 19enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento