Al via EcoFuturo Festival: "Smart world & smart people: la Terra salvata dalla terra"

Parte la 6a edizione: dal 25 al 29 giugno con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e aperitivi bio nel segno dell'innovazione ecologica

Torna dal 25 al 29 giugno a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park il via Lungargine Rovetta, EcoFuturo Festival giunto alla sesta edizione. Cinque giornate di appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e aperitivi bio nel segno dell'innovazione ecologica. Il focus di quest'anno sarà la nuova rivoluzione verde contro l’inquinamento e in nome dell’emergenza climatica.

I temi dell'edizione

Si parlerà del surriscaldamento globale, dello spreco della plastica, delle autostrade del mare, dell’orto bioattivo, di sana alimentazione biologica, di riconversione energetica e molto altro. La rassegna vuole offrire soluzioni concrete a misura d'uomo, riflessioni di scenario e le più avanzate innovazioni tecnologiche in tema ambientale. Cinque giornate di confronto istituzionale ma anche di spettacoli teatrali, workshop, proiezioni di film e momenti di relax. Tutto per dimostrare che non esiste una soluzione unica verso la riconversione rinnovabile del pianeta, ma un concorso di tecnologie in sinergia tra loro.

La rivoluzione verde

«Molte delle eco innovazioni presentate al Festival, si sono già affermate a livello mondiale – dichiara Fabio Roggiolani, direttore e fondatore di Ecofuturo –. In Italia la burocrazia asservita ai poteri forti e fossili, tende a bloccare questo processo, dando spazio alle innovazioni con un ritardo decennale rispetto ad altri paesi. La nuova rivoluzione verde è non solo possibile, ma necessaria e urgente. Lo dicono tutti gli indicatori: da quelli climatici, a quelli delle risorse, passando per i rifiuti. Sempre che una politica disponibile a parole, si decida a costruire le leggi per il cambiamento».

Efficienza energetica

Gli organizzatori di Ecofuturo Festival Fabio Roggiolani, Jacopo Fo e Michele Dotti, da sempre sostengono che favorire l’efficienza energetica, le energie rinnovabili e l’economia circolare, farebbe risparmiare all’Italia 200 miliardi di euro l’anno. «A Ecofuturo – ammette Michele Dotti, attore, autore e cofondatore di Ecofuturo – diventa un luogo di incontro di studiosi, di tecnici, di appassionati ecologisti, che si confrontano ogni giorno con una nuova classe di imprenditori “sovversivi”, che fanno del bene comune l’asse portante della politica delle loro aziende. Sostenibilità e ambiente sono temi trasversali che attraversano la società e l’economia per favorire lo sviluppo. Noi vogliamo esserci e ci siamo anche attraverso la nuova trasmissione di Ecofuturo Tv, visibile online, e con la nuova rivista L’Ecofuturo Magazine, già in edicola». Un aiuto alla rivoluzione verde arriva dalle aziende italiane produttrici di cicli binari geotermici, di impianti a biogas e biometano per il recupero e liquefazione della CO2, di inverter e di accumuli energetici, di ecodragaggi e di agricoltura 2.0. Quest’ultime sono divenute leader mondiali e si candidano a guidare il cambiamento anche nel nostro paese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento