10.000 alberi, per respirare meglio: nascono in città le prime foreste "Padova O2"

Al via la creazione del nuovo polmone verde grande quanto 12 campi da calcio a Padova: le aree di Mortise e di Altichiero nasceranno sabato 26 ottobre

Entra nel vivo il progetto di riforestazione urbana "Padova O2" realizzato dal Comune che prevede la nascita di un polmone verde di 10.000 alberi, grande quanto 12 campi da calcio, in otto aree della città. Con la messa online di wownature.eu cittadini, associazioni e aziende hanno potuto scegliere la specie da piantare e la zona della città in cui costruire nuove foreste, “adottando” l’albero e seguendo gli sviluppi dei lavori, e sabato 26 ottobre nasceranno i primi boschi urbani nella zona di Altichiero (Troncomorto) e di Mortise.

Il progetto

PadovaO2 è un percorso intrapreso dal Comune di Padova - Settore Verde, Parchi e Agricoltura Urbana in collaborazione con Etifor, spin-off dell’Università di Padova, impegnato nella ricerca e nello sviluppo di progetti sostenibili in grado ripristinare l’equilibrio fra uomo e sistemi naturali. La riforestazione urbana è un’esigenza irrinunciabile in una città come Padova dove lo smog fa registrare picchi preoccupanti. Basti pensare che nell’inverno passato la concentrazione degli inquinanti ha sforato i limiti consentiti un giorno su due e già nel mese di marzo è stato superato il limite annuale indicato dalla legge di giorni con presenza di polveri sottili superiori alla soglia di sicurezza. Per questo sono fondamentali tutte le iniziative in grado di contrastare l’inquinamento atmosferico, come la mobilità sostenibile e le attività ambientali. Il progetto PadovaO2 rientra proprio fra queste e mira a portare diecimila nuovi alberi in città. Quest’ultimi, oltre a regalarci freschezza e benessere, una volta cresciuti cattureranno il PM10 prodotto da 1000 automobili in un anno. Oltre all’impatto ambientale, gli alberi che saranno piantati grazie a PadovaO2 daranno nuova vita ad aree che spesso sono marginalizzate e inutilizzate, riqualificando l’ambiente urbano per una migliore qualità della vita di tutti. Infine il progetto mira a creare un rapporto di sostegno reciproco e di partecipazione attiva fra amministrazioni pubbliche, aziende e cittadini per prendersi cura e valorizzare gli alberi piantati grazie all’utilizzo di soluzioni innovative come il portale wownature.eu. Infine, tutte le aree incluse nel progetto PadovaO2 intraprenderanno il cammino verso la certificazione FSC seguendo quindi i più alti standard di gestione forestale responsabile che assicurano che una foresta sia gestita nel rispetto di rigidi criteri ambientali, sociali ed economici.

PadovaO2

Sottolinea l’assessore all’ambiente Chiara Gallani: «Un progetto importante, che lascerà il segno in città, entra nel vivo. Da tempo stiamo lavorando per dare a Padova tanti nuovi alberi, che contribuiranno a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo, ma renderanno anche più piacevole la nostra vita, regalandoci la loro bellezza. La nostra città purtroppo è tra le più inquinate in Europa e per questo un imponente progetto di riforestazione è quanto mai necessario. La forza di PadovaO2 è nell’aver messo assieme competenze e passioni diverse, sotto la regia dell’Amministrazione che ha promosso e sostenuto uno sforzo che è anche di aziende, associazioni e soprattutto di tanti cittadini che hanno scelto di regalare, regalarsi e soprattutto regalare alla città un amico prezioso come un albero. Sabato inizia un percorso lungo e importante per tutta la città». A meno di un anno dal lancio dell’iniziativa si possono già notare i primi impatti: più di 4.200 nuovi alberi adottati solo a Padova grazie al contributo di privati cittadini, aziende e associazioni; più di 22.500 utenti hanno visitato il portale wownature.eu; le pagine dedicate al progetto PadovaO2 e alle aree dove “crescere un albero” sono state visualizzate più di 18400 volte e la sola area di Altichiero, negli ultimi due mesi, ha registrato più di 3.000 visualizzazioni. Le ultime aree verranno piantate a Padova la prossima primavera, quindi i cittadini potranno ancora, per alcuni mesi, adottare il loro albero; se il successo già riscontrato dall’iniziativa sarà confermato nei prossimi mesi il Comune, con la consulenza tecnica di Etifor, selezionerà altre aree da riforestare.

Gli eventi

Il 26 ottobre vedrà protagoniste due aree di Padova: la mattina verrà inaugurata l’area del Cavalcavia di Mortise, realizzata grazie all’Operazione Più Alberi promossa da AcegasApsAmga, mentre nel pomeriggio ci sarà l’evento di inaugurazione del bosco di Altichiero realizzato con il supporto di Legambiente Padova. Due eventi, quelli del 26 ottobre, che segneranno una nuova fase del progetto PadovaO2 con la nascita dei primi boschi urbani realizzati dal Comune di Padova, insieme a diverse realtà locali e ai cittadini. Una giornata che aprirà il fitto programma di eventi dedicati alla natura e che culminerà con la Giornata Nazionale degli Alberi del 21 novembre.

Mortise

Alle 11:30, nella zona verde accessibile da via Del Bigolo (n. 194-198) a Mortise, si svolgerà l’evento di inaugurazione del primo bosco urbano PadovaO2. Durante l’evento saranno presenti l’ Assessora all’Ambiente, Chiara Gallani insieme a Simone Norbiato, Responsabile Servizi Ambientali di Padova di AcegasApsAmga e a Lucio Brotto, co-fondatore di Etifor e WOWnature, che presenteranno alla stampa e ai cittadini la nuova area verde. Un’esperienza che coinvolgerà direttamente i presenti grazie alla possibilità di piantare il proprio albero terminando così il lavoro di riforestazione dell’area intrapreso nei giorni precedenti. In particolare, gli alberi che verranno piantati in quest'area, provengono dall'Operazione Più Alberi lanciata la scorsa primavera da AcegasApsAmga e dal contributo dei privati cittadini. Con l’evento di sabato 26 ottobre, l’Operazione Più Alberi, promossa da AcegasApsAmga in collaborazione con Comune di Padova e Etifor,, diventerà concreta e Padova vedrà crescere il suo patrimonio arboreo, a cominciare dalla menzionata area di Mortise. Fin dal suo lancio, avvenuto la scorsa primavera in occasione della Giornata Mondiale delle Foreste, il progetto ha raccolto grande attenzione e sensibilità da parte dei padovani, che recandosi per tre volte presso le stazioni ecologiche della città e differenziando correttamente i rifiuti, riceveranno in cambio nuovi polmoni verdi. L’iniziativa lanciata da AcegasApsAmga si inserisce nella più ampia mission organizzativa dell’Azienda, rivolta alla costruzione di città sempre più resilienti e sostenibili. La sua attività, infatti, si rivolge non solo a saper fronteggiare i continui e pesanti mutamenti climatici che incidono sulle comunità servite, ma sulla gestione degli stessi in logica di prevenzione. Sono sempre più numerose, infatti, le attività di risk management e disaster recovery sviluppate da AcegasApsAmga sul territorio, anche fuori dal perimetro dei servizi gestiti, per garantire continuità operativa, sicurezza e benessere. Tra queste, rientra l’Operazione Più Alberi, che porterà numerosi benefici per la qualità della vita dei cittadini. E’ nota infatti, l’azione delle piante sul microclima e sull’impatto delle emissioni climalteranti, perchè capaci di assorbire CO2 e depurare l’aria. Inoltre, il verde costituisce una barriera naturale al rumore e garantisce un corretto deflusso delle acque piovane sul terreno. Aderendo all’Operazione Più Alberi, i cittadini potranno quindi contribuire a una raccolta differenziata di qualità e partecipare alla salvaguardia del territorio. «In qualità di Gestori del servizio di raccolta rifiuti, la nostra attività è costantemente orientata in iniziative rivolte alla sostenibilità e alla promozione di comportamenti ecosostenibili. Siamo lieti di celebrare insieme al Comune, a Etifor e ai cittadini, questo importante progetto di riforestazione, che rappresenta un esempio concreto di questo costante impegno – spiega Simone Norbiato, Responsabile Servizi Ambientali Padova di AcegasApsAmga – Richiamando il meccanismo virtuoso dell’economia circolare, per il quale “da cosa nasce cosa”, grazie alla partecipazione dei cittadini che si sono recati ai Centri di Raccolta, contribuendo a una raccolta differenziata di qualità e al bene dell’ambiente, siamo felici di annunciare che sabato 26 ottobre assisteremo alla nascita del primo bosco urbano a Mortise».

Altichiero

Durante il pomeriggio, dalle 13:45 in poi, l’area Troncomorto (via Monticano, Padova) sarà animata da attività per bambini e famiglie che intratterranno i cittadini durante l’evento di inaugurazione del nuovo bosco. Il progetto verrà presentato ai cittadini dall’Assessora all’Ambiente, Chiara Gallani insieme a Lucio Brotto, co-fondatore di Etifor e WOWnature, e a Sandro Ginestri Rappresentante di Legambiente Padova. Per l’occasione, le persone che hanno adottato un albero in quest’area e si sono iscritte all’evento, potranno creare con le proprie mani piantando il loro albero. Ad oggi sono più di 200 i cittadini che hanno deciso di sostenere questa zona e la metà è già iscritta all’evento. Un dato significativo che conferma il crescente interesse della popolazione per il tema del cambiamento climatico, dell’inquinamento e degli spazi verdi in città. «Per ripartire e rigenerare, in un’epoca di crisi climatica – spiega Lucio Brotto, socio co-fondatore di Etifor - occorre scegliere soluzioni efficaci. Il nostro lavoro come spin-off dell'università di Padova consiste nel trovare risposte concrete e scientifiche per valorizzare le risorse naturali. PadovaO2 si muove esattamente su questi binari: restituisce verde e biodiversità ai cittadini, che possono partecipare attivamente al progetto adottando o regalando l’albero che preferiscono ad una persona cara».

Il programma

Il programma di Altichiero:

  • 13.45 Ritrovo, apertura spazio giochi e stand Legambiente e apicoltori
  • 14.00 Presentazione del progetto e primo turno di messa a dimora degli alberi
  • 15.00 Malabarista Giocoequilibrista con bolle di sapone, giocoliera e magia
  • 15.30 Presentazione del progetto e secondo turno di messa a dimora degli alberi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • La Jaguar dà nell'occhio: il cane fiuta la coca, in casa del 70enne un bazar della droga

Torna su
PadovaOggi è in caricamento