Padova sarà più verde: inaugurato il nuovo bosco urbano a Mortise

Inaugurato oggi nella zona verde accessibile da via Del Bigolo n.194-198 a Mortise, il bosco urbano sorto grazie all’Operazione Più Alberi, lanciata la scorsa primavera da AcegasApsAmga, in collaborazione con Comune ed Etifor, nell’ambito del progetto di riforestazione Padova O2

Chiara Gallani all'inaugurazione del bosco urbano di Mortise

Riportare il verde in città per migliorare la qualità della vita dei cittadini, rendere Padova più sostenibile e contribuire alla salvaguardia del territorio: sono questi gli obiettivi del bosco urbano inaugurato questa mattina a Mortise, con 450 nuovi alberi provenienti dall’Operazione Più Alberi, l’iniziativa call to action lanciata la scorsa primavera da AcegasApsAmga, in collaborazione con Comune ed Etifor, nell’ambito del progetto di riforestazione urbana Padova O2.

L'inaugurazione

All’inaugurazione presenti: Chiara Gallani, Assessore all’Ambiente del Comune di Padova, Simone Norbiato, Responsabile Servizi Ambientali di Padova di AcegasApsAmga, Lucio Brotto, co-fondatore di Etifor e di WOWnature, e diversi cittadini che negli scorsi mesi hanno aderito all’operazione. A Mortise, sono stati piantati 450 nuovi alberi di varie specie, grazie alla speciale operazione di raccolta punti, che finora ha superato 800 tessere. L’auspicio è di raggiungere, entro il 2019, mille tessere, per riqualificare nella prossima primavera l’area verde del Cavalcavia Chiesanuova, già inclusa nel progetto. L’operazione, attiva fino a fine anno presso i quattro Centri Raccolta della città e presso il centro di raccolta mobile allestito mensilmente ai Sabati Ecologici all’Arcella, ha stimolato da subito grande attenzione e sensibilità da parte dei padovani, che recandosi per tre volte presso le stazioni ecologiche della città e differenziando correttamente i rifiuti, hanno partecipato alla nascita dei nuovi polmoni verdi.

Bosco Urbano Mortise 2-2-2

Il nuovo bosco di Mortise

Il nuovo bosco urbano di Mortise, nato grazie all’Operazione Più Alberi, vuole essere una risposta concreta alla deforestazione, uno più grandi problemi ambientali della nostra epoca, che sta impattando fortemente l’ecosistema mondiale. Ogni anno perdiamo 13 milioni di ettari di foresta e si prevede che entro il 2050 ne scompariranno oltre 230 milioni. La riforestazione urbana rappresenta, inoltre, un’esigenza irrinunciabile per contrastare la crisi climatica e l’inquinamento atmosferico. L’Operazione Più Alberi e la nascita del nuovo bosco urbano di Mortise testimoniano un gesto concreto e dal valore fortemente simbolico, con il quale la Multiutility si impegna nei confronti del territorio servito e dell'ambiente, nel rispetto della sua mission rivolta alla costruzione di città sempre più resilienti e sostenibili. Il nuovo bosco urbano di Mortise porterà numerosi benefici per la qualità della vita dei cittadini. E’ noto, infatti, che il verde è in grado di assorbire CO2 e depurare l’aria, costituisce una barriera naturale al rumore e garantisce un corretto deflusso delle acque piovane sul terreno. Inoltre, la nuova area sarà a disposizione della cittadinanza come luogo sociale, di incontro e di benessere ambientale.

Frangola, pallon di maggio e nocciolo

L’iniziativa contribuisce alla riqualificazione dell’area verde di Mortise con la messa a dimora di 450 nuovi alberi su una superficie di circa 5.000 mq. I nuovi alberi piantati sono di tre diverse specie, opportunamente selezionate in base alle peculiarità di adattamento al terreno: Frangola, Pallon di Maggio e Nocciolo. Originaria dell’Europa e diffusa soprattutto nell’Italia settentrionale, la Frangola è un arbusto molto utilizzato per scopi curativi. Il Pallon di Maggio è caratterizzato dai fiori bianchi a forma di “ombrello”: i suoi fiori, le bacche rosse e la caratteristica forma a palloncino lo rendono perfetto come pianta ornamentale. Il Nocciolo, considerato un albero magico dalla tradizione pagana, è caratterizzato dalla crescita rapida e il tronco a più fusti. Il suo legno flessibile, elastico e leggero è sempre stato utilizzato per creare ceste e recinti mentre i frutti, le nocciole, sono da sempre amatissimi.

SFP_1307-2

“Padova O2” e WOWnature

L’Operazione Più Alberi rientra nel più ampio progetto di riforestazione urbana “Padova O2”, promosso dal Settore Verde, Parchi e Agricoltura Urbana del Comune di Padova, in collaborazione con Etifor, spin-off dell’Università di Padova, impegnato nella ricerca e nello sviluppo di progetti sostenibili in grado ripristinare l’equilibrio fra uomo e sistemi naturali. Il progetto prevede nel totale la nascita di un polmone verde di 10.000 alberi, grande quanto 12 campi da calcio, in otto diverse zone della città, tra qui l’area verde di Mortise e di Cavalcavia Chiesanuova, comprese nell’Operazione Più Alberi di AcegasApsAmga. Con la messa online della piattaforma wownature.eu, cittadini, associazioni e aziende hanno potuto scegliere la specie da piantare e la zona della città in cui costruire nuove foreste, “adottando” l’albero e seguendo gli sviluppi dei lavori. A meno di un anno dal lancio dell’iniziativa si possono già notare i primi impatti: più di 4.200 nuovi alberi adottati solo a Padova grazie al contributo di privati cittadini, aziende e associazioni; più di 22.500 utenti hanno visitato il portale wownature.eu; le pagine dedicate al progetto PadovaO2 e alle aree dove “crescere un albero” sono state visualizzate più di 18400 volte. Come detto, le altre aree verranno piantate a Padova la prossima primavera, quindi i cittadini potranno ancora, fino a fine anno, adottare il loro albero sul portale o continuare a recarsi alle stazioni ecologiche della città per differenziare correttamente i rifiuti, aderendo all’Operazione e ricevendo in cambio nuovi polmoni verdi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • La Jaguar dà nell'occhio: il cane fiuta la coca, in casa del 70enne un bazar della droga

Torna su
PadovaOggi è in caricamento