Con Intesa Sanpaolo il Liceo Nievo di Padova vince il concorso "Latuaideadimpresa"

Al Festival dei Giovani di Gaeta, il Liceo Scientifico “Ippolito Nievo” di Padova ha vinto il premio per la categoria “Sostenibilità ambientale” nell’ambito del concorso “Latuaideadimpresa”, di cui Intesa Sanpaolo è main sponsor

Dieci ragazzi del Liceo Scientifico “Ippolito Nievo” di Padova con il progetto “Coffuel: Take it Diesel”, realizzato con la collaborazione del prof. Mauro Carraro del Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Padova, si sono distinti tra i 200 elaborati presentati. Grazie alla supervisione e al supporto degli specialisti del Gruppo Intesa Sanpaolo, i ragazzi hanno realizzato un vero e proprio business plan per il loro progetto di circular economy, incentrato sull’estrazione di acidi grassi dagli scarti alimentari, ad esempio dai fondi di caffè, utili nella produzione sostenibile di biodiesel.

“Latuaideaimpresa” è un’esperienza formativa per gli studenti che si confrontano con la strutturazione di un progetto di impresa, che mette in luce talenti e nuove vocazioni imprenditoriali già dai banchi di scuola, infatti Intesa Sanpaolo con Intesa Sanpaolo Formazione eroga moduli formativi, assistendo e valutando i ragazzi nell’attività di ricerche di mercato ed elaborazione dei business plan delle loro idee. “Intesa Sanpaolo da sempre investe sui giovani perché è attraverso di loro che si costruisce il futuro del Paese – commenta Renzo Simonato, direttore regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige di Intesa Sanpaolo -. Accompagnare le loro passioni e contribuire a realizzare i loro sogni sono obiettivi centrali per la nostra banca e per questo siamo costantemente alla ricerca delle modalità e dei linguaggi più adatti, mettendo a disposizione la nostra esperienza su temi come l’educazione finanziaria, l’imprenditorialità, ’innovazione e la cultura digitale, per fare da tramite, attraverso progetti mirati, tra la scuola e il mondo del lavoro.”

Ritengo che Intesa Sanpaolo abbia offerto un’esperienza fondamentale per avvicinare gli studenti delle scuole superiori alla cultura d’impresa e all’imprenditorialità valorizzando la creatività dei giovani. E’ stata una grande opportunità che ha consentito ai miei allievi di cimentarsi in una realtà stimolante ed altamente formativa, quale la creazione di una start-up - riferisce la prof.ssa Viviana Gallo, coordinatrice del progetto Coffuel. - E’ una grande emozione per un docente vedere i propri ragazzi lavorare con grande passione, in ogni fase del progetto, che li ha portati a conseguire questo importante risultato.” 

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Veicoli storici: riduzione del 50% dell'imposta per i mezzi registrati fino al 2 marzo 2019

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Tragedia al maneggio, ucciso dal cavallo imbizzarrito. Il dramma ripreso da un collega

  • Devastante rogo in un'azienda: collassati due capannoni, morti 100mila tra polli e galline

Torna su
PadovaOggi è in caricamento