A Padova i Pellegrini per il Clima. A guidarli Yeb Saño, ex ministro dell’ambiente filippino

«La crisi ambientale - spiega Yeb Saño - non è solo conseguenza di cattiva politica. Ha a che fare con la nostra spiritualità, con il modo in cui ci prendiamo cura l'uno dell'altro»

E' uno dei promotori del «pellegrinaggio climatico». Direttore escecutivo di Greenpeace Southeast Asia, attivista per il clima e per la pace. Nella sua bio su twitter si definisce rivoluzionario e ambasciatore spirituale. Si tratta di Yeb Saño, ex ministro dell’ambiente ed ex negoziatore sui cambiamenti climatici della Repubblica delle Filippine, un Paese che sta pagando a caro prezzo le conseguenze dei cambiamenti climatici. 

Pellegrinaggio climatico

L'idea del "Pellegrinaggio per il Clima" viene da una coalizione internazionale di organizzazioni. Una di queste è la Focsiva, una ONG cristiana ed italiana, impegnata nella lotta contro il cambiamento climatico. Hanno inoltre sostenuto un'iniziativa analoga realizzata nel 2015 tra Roma e Parigi, in concomitanza con la grande assemblea che ha riunito capi di Stato da tutto il pianeta. Vogliono ricordare ai leader mondiali che nell'Accordo di Parigi del 2015 si sono impegnati a affrontare seriamente la questione dei cambiamenti climatici. Sono partiti da Katowice perché il prossimo vertice sul clima (COP24) si terrà proprio lì, a dicembre.  

Yeb Saño

"Molte persone - spiega Yeb Saño a una emittente cattolica spagnola - in tutto il mondo stanno vivendo le conseguenze della crisi climatica, specialmente nel mio paese, nelle Filippine". L'obiettivo del pellegrinaggio è far pervenire la richiesta di ridurre le emissioni in modo che l'aumento globale della temperatura non superi 1,5 gradi. «Il pellegrinaggio, l'idea di usare questa forma di azione per portare questo importante messaggio, ci dice anche che la crisi ambientale non è solo una conseguenza di cattiva politica, né una crisi che sarà risolta solo con soluzioni tecnologiche. Questa è una crisi che ha molto a che fare con la nostra spiritualità, con il modo in cui ci prendiamo cura l'uno dell'altro ", ha spiegato l'ex ministro. Tutto ciò alla luce del messaggio di urgenza e sollecitazione al dialogo e alla conversione ecologica proposto da Papa Francesco con l’enciclica Laudato Sì.

Yeb Saño-3

Padova

Padova è pronta ad accogliere i “Pellegrini per il Clima”. Il gruppo guidato da Yeb Saño, è previsto in arrivo nella città del Santo, mercoledì 24 ottobre alle 16 al Parco Iris. Nell’occasione i pellegrini, assieme alle assessore all’Ambiente e alla Cooperazione Internazionale e ai rappresentati della Diocesi di Padova, pianteranno due alberi, un Frassino e una Sefora, come testimonianza del loro passaggio. La giornata padovana proseguirà alle 18 con il convegno “Testimonianze glocali per il clima” alla Fondazione Lanza (via del Semninario 5A). Nell’incontro coordinato da Matteo Mascia di Fondazione Lanza interverranno Gianfranco Catai, presidente Focsiv, Tomas Insua, direttore del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima, e Yeb Saño.

Realtà padovane

Un gruppo di realtà di Padova e provincia hanno deciso di accogliere i pellegrini per condividere questo messaggio e per impegnarsi ad un cambiamento per la giustizia climatica. L’organizzazione della tratta italiana del “Cammino per il Clima” è di Focsiv (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario) e Global Catholic Climate Movement mentre le tappe padovane sono organizzate da Comune di Padova, Ufficio di Pastorale Sociale, del Lavoro e della Salvaguardia del Creato della Diocesi di Padova, Fondazione Lanza e World Wigwam Circuit e con la collaborazione di Acli, Aes Ccc onlus, Amici dei popoli onlus, Coldiretti Padova, Fondazione Fontana, Gpds Albignasego, Legambiente, Movimento di volontariato italiano, Oidesh Italia onlus.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Veneto Strade: «In Corso Australia danno più grave del previsto»

  • Incidenti stradali

    «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Cronaca

    Giovane operaia ubriaca al volante: ritirata la patente e sequestrato il veicolo

  • Economia

    Coldiretti: maltempo, perso tutto il raccolto di fieno nei prati dell'Alta Padovana

I più letti della settimana

  • «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

Torna su
PadovaOggi è in caricamento