I 5 stelle di Este attaccano il referendum: "Sangue veneto sulle mani di Luca Zaia"

Chiara la presa di posizione sul referendum da parte del Movimento di Beppe Grillo: "Colossale presa in giro che non determinerà quindi nessun traguardo per l’ autonomia"

Riceviamo e pubblichiamo il commento del Movimento 5 Stelle che in materia di Referendum sull'autonomia in Veneto e Lombardia non le manda a dire alla Lega e a Luca Zaia, massimo referente in Veneto.

LA PROTESTA IN RETE

Sui social i 5 Stelle denunciano: "Sangue" dei veneti che rivendicano  di essere considerati non solo per  visibilità  pubblica e mediatica di Zaia, bensì per le vere emergenze, per tutte le esigenze  sanitarie ed assistenziali in  Veneto. La questione del Referendum che risulta a tutti gli effetti una colossale presa in giro che non determinerà quindi nessun traguardo per l’ autonomia ma semmai la dispersione di oltre 16 milioni di euro pari a circa 30 MILIARDI delle vecchie lire, risorse e denari dei  Veneti, è la ennesima mistificazione, l'inganno che colpisce alla pancia della insoddisfazione ma non la risolverà perché il problema è questa classe politica inaccettabile. Il denaro per il Referendum? Si apprende verrà tolto a servizi più utili per la società veneta e letteralmente buttati per un #sondaggio #personale per il governatore leghista, che ne consentirà l'ascesa e la contrattazione politica. “#Mani #insanguinate” dicevamo  ad esempio per  la privazione di fondi essenziali per l'assistenza domiciliare e nei  casi più difficili dove serve l’assistenza h24 per malati con patologie immobilizzanti e totalmente dipendenti dalla presenza di una persona fissa. Pensiamo ad esempio  all' ultimo caso del paziente  veneziano morto in Svizzera col suicidio assistito che aveva chiesto di ottenere, in vita, “ maggiore assistenza e che ha denunciato la propria tribolazione, la sua lotta, la protesta per l'insufficiente assistenza che le persone come lui ricevono dalle istituzioni preposte” per poi abbandonarsi  alla decisione estrema. È questa la faccia? Sono queste le vergognose credenziali di chi  ora vanta l'autonomia dopo anni di danni irreparabili e che propone il relativo inutile referendum? Ancora più autonomia per distruggere quel poco che è rimasto? Ancora soldi buttati quando potevano servire per salvare vite ed esistenze tribolate? Le "Mani sporche di sangue" di sudore e lacrime dei veneti, dopo ogni esempio di illegalità e truffa come Mose, fallimento Banche, Pedemontana,  cementificazione selvaggia del territorio, sanità ridotta allo sbando e convogliata verso il privato,…? Questa è la realtà delle cose e con questa “miseria di intenti” da sempre dimostrata da Zaia e il suo partito, ci accingiamo ad assistere all'ennesimo  scempio,  il referendum del nulla, che illude  in nome di un inganno anch’esso bramoso e assetato  di “sangue"... veneto.       #laLegatiFrega #Referendumfarlocco #Astensioneéciviltálegale".

Potrebbe interessarti

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Sempre più in alto: l'Università di Padova scala 15 posizioni nella classifica mondiale degli atenei

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • 600 nuovi letti di ultima generazione per l'ospedale di Padova

I più letti della settimana

  • Si ferma per far attraversare un pedone e viene centrato: muore un motociclista

  • Distrutte 200 vigne di prosecco: grave atto vandalico nella Bassa Padovana

  • Drammatico scontro tra un'auto e una moto: 28enne elitrasportato, è gravissimo

  • Shock in stazione: dodici "morti" avvolti dai teli bianchi all'esterno dell'ingresso

  • Una “concentrazione” d'oro: “I tre Forcellini” sbancano “Reazione a Catena”

  • Frontale tra due auto: il conducente di 34 anni era al volante senza la patente

Torna su
PadovaOggi è in caricamento