Largo ai giovani: Giulia Baccan nuovo assessore alla valorizzazione del patrimonio culturale

A Cadoneghe, nell'ambito della ridistribuzione delle deleghe dopo le dimissioni di Mirco Gastaldon: il nuovo assessore ha 30 anni ed è stata eletta nella lista del Pd nel 2014 come consigliere comunale

Decisamente un 2019 “in rosa” per Cadoneghe: dopo aver nominato vicesindaco Augusta Parizzi - già assessore alle Politiche Sociali - al posto del dimissionario Mirco Gastaldon, il sindaco Michele Schiavo sta provvedendo a ridistribuire le deleghe. E ha scelto la giovane Giulia Baccan quale nuovo assessore alla valorizzazione del Patrimonio Comunale, alle comunicazioni e politiche di relazione tra le istituzioni e iniziative per la pace.

Chi è Giulia Baccan

30 anni, laureata in sicurezza alimentare e biotecnologie per l'alimentazione e oggi dipendente di un'importante laboratorio di analisi sugli alimenti, Giulia Baccan si è avvicinata alla politica nel 2008 con la fondazione del gruppo dei giovani democratici di Cadoneghe ed è stata eletta nella lista del Pd nel 2014 come consigliere comunale. Nata e cresciuta a Cadoneghe, ha sempre collaborato nel campo dell'associazionismo: con gli scout prima e con altre associazione di volontariato poi.

La nomina

Le deleghe saranno attive dal 7 Gennaio 2019. Spiega il sindaco Michele Schiavo: «Il nuovo anno continua nel segno delle donne e giovani. L'entusiasmo e la passione che hanno contraddistinto la buona amministrazione dal 2014 saranno certamente mantenute ad altissimo livello con Giulia. Alla quale devo dire anticipatamente un grazie per la disponibilità e lo spirito di servizio che sicuramente investirà per il bene comune. A lei i miei migliori auguri per questa nuova esperienza personale e politica». Queste invece le prime parole del neo assessore Baccan: «Il termine "politica" mi è sempre andato un po' stretto. In Italia questo aggettivo viene molto spesso utilizzato con accezione negativa ma Cadoneghe porta avanti una tradizione di politici sinceri e onesti il cui unico interesse è davvero il bene dei cittadini. Proprio in quest'ottica ho accettato l’ incarico: per affiancare il sindaco Schiavo e gli assessori tutti nella loro onesta missione. Da parte mia sono davvero onorata che il sindaco mi abbia manifestato la sua fiducia e cercherò di dare il massimo in questi ultimi mesi di mandato. Arrivo in un momento del mandato in cui molto è già stato fatto ma vorrei, in prima battuta, prendere in mano alcuni progetti di riqualifica di aree molto importanti per il nostro territorio. Spero che il tempo mi permetta di mettere in atto le molte idee che ho in mente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vive in casa con il cadavere del fratello, morto da tre mesi: dramma nella Bassa Padovana

  • Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

  • Vede lo scooter a bordo strada, non si accorge dell'uomo a terra e lo travolge: un morto

  • Fuggi fuggi all'Ikea: scatta l'allarme antincendio, negozio evacuato a tempo di record

  • Badante ubriaca colpisce a calci e pugni una 90enne: il vicino sente le grida e dà l'allarme

  • Infortunio sul lavoro da Pittarello: muore dopo tre giorni l'operaio travolto dal tir

Torna su
PadovaOggi è in caricamento