«Approvata la Bicipolitana, finalmente!»: Lorenzoni esulta per l'ok al piano della ciclabilità

Il vicesindaco di Padova gioisce dopo l'approvazione in consiglio comunale: «Per raggiungere l’obiettivo servirà tempo e dovremmo attivarci per reperire molte risorse, ma la ciclabilità è una delle questioni che voglio siano al centro nei prossimi anni di mandato»

Arturo Lorenzoni

«Finalmente!». Suona quasi come un urlo liberatorio. Ma di gioia: a lanciarlo virtualmente sul proprio profilo Facebook è il vicesindaco Arturo Lorenzoni. Il motivo? L'approvazione durante il consiglio comunale di lunedì 21 ottobre della "Bicipolitana", il Piano della ciclabilità a Padova (la piantina con il progetto complessivo è disponibile a questo link).

«L'obiettivo è arrivare a 300 km»

Lorenzoni prosegue: «Arriva in approvazione dopo una grande e articolata discussione, che ha coinvolto l'intera città: decine di osservazioni da parte di cittadini e associazioni, illustrate e discusse in tre incontri della V Commissione Consiliare “Politiche del territorio, ambiente e infrastrutture”, presieduta dal consigliere Antonio Foresta. Un lavoro lungo e partecipato, che si è servito del fondamentale apporto dei tecnici del nostro settore e delle principali associazioni attive sulla ciclabilità in città. Un lavoro che va a costruire le solide basi sulle quali dovranno svilupparsi, nei prossimi anni, tutti gli interventi ciclabili, per costruire un'infrastruttura vera e propria, complementare alla rete stradale. Padova offre oggi 168 km di itinerari ciclabili, l’obiettivo è estendere a 300, sviluppando e favorendo anche i collegamenti ciclabili con i comuni contermini».

«Serviranno tempo e molte risorse»

Conclude il vicesindaco: «Per raggiungere l’obiettivo servirà tempo e dovremmo attivarci per reperire molte risorse, ma la ciclabilità è una delle questioni che voglio siano al centro nei prossimi anni di mandato. Se vogliamo essere una città europea attenta alla mobilità pulita e a misura di persona e non di automobile questa è la direzione da seguire. Con questo Piano abbiamo indicato un piano di lavoro e investimenti, oltre ad aver dato delle priorità selezionando i luoghi e le situazioni su cui iniziare a intervenire. Dovremo riorganizzare l’itinerario esistente per renderlo più performante e allo stesso tempo iniziare a realizzare i tratti mancanti, nell’ottica di riuscire, un passo alla volta, a costruire un’infrastruttura ciclabile degna della nostra città e della sensibilità che i cittadini hanno sempre più verso la mobilità sostenibile e soprattutto ciclabile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • Tir sbaglia la curva e si inclina pericolosamente sopra il Muson (Video)

Torna su
PadovaOggi è in caricamento