Borile del M5S: "Siamo per sanità efficiente, non per martelli pneumatici e malati"

Il capogruppo ha anticipato il voto contrario nel consiglio comunale di lunedì 9 aprile, e ci va giù duro con il sindaco: "Giordani ha ingannato i suoi stessi elettori"

Un consiglio comunale che qualcuno definisce addirittura storico, per la città di Padova. Stasera, lunedì 9 aprile, si vota per il nuovo polo ospedaliero a Padova est e sulla ristrutturazione del Giustinianeo, che dovrebbe avvenire prima di posare la simbolica pietra per l'apertura di un nuovo cantiere.

Voto contrario

Il Movimento 5 Stelle ha deciso che non voterà a favore, abbiamo così sentito il capogruppo, Simone Borile, per farci spiegare la posizione del M5S: “Noi - risponde Borile a domanda diretta - non voteremo a favore, questo è certo. Ci stanno chiedendo di firmare un accordo che ha di fatto truffato gli elettori di centro sinistra. Il mantra di Giordani era quello di non fare mai l’ospedale a Padova est, addirittura con consulenze di progetti di due torri. Lo ha detto in campagna elettorale e stasera ci troviamo a votare l’ospedale a Padova Est”.

Pazienti e martelli pneumatici

Cosa non vi convince, a parte il fatto che secondo voi, Giordani, non è stato coerente? “Noi siamo per una efficienza della sanità veneta, ma in questo accordo non sappiamo cosa sarà fatto davvero a Padova est. La precedenza al Giustinianeo poi ci fa intravedere una situazione in cui, vicino ai malati, ci saranno cantieri. I pazienti e i martelli pneumatici non sono esattamente la nostra idea di sanità. Quando ci diranno davvero cosa succederà, non come con questo accordo che di fatto non dice nulla, allora ci penseremo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • Addetti al rifornimento scaffali: ricerca urgente per settore Gdo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento