Boron: «Sanità? Lavoriamo con uno sguardo al futuro. Su Abano e Sant'Antonio polemiche senza senso»

Intervista a Fabrizio Boron, presidente della Commissione politiche socio sanitarie della Regione: «Stiamo organizzando la sanità in modo che sia pronta quando partirà il nuovo polo ospedaliero che sarà punto di riferimento dalla sanità nazionale e internazionale»

«I cittadini non si devono preoccupare, mai è stato messo in discussione né il Sant'Antonio a Padova e neppure il pronto soccorso ad Abano», esordisce così il presidente della Commissione politiche socio sanitarie della Regione, Fabrizio Boron. 

Padova Est

Le preoccupazioni che sono sorte rispetto al destino del Sant'Antonio erano secondo lei ingiustificate? «Vede - risponde gentilmente Boron - noi abbiamo lavorato per razionalizzare il sistema e renderlo più efficiente, con il fine di giungere al massimo della eccellenza». Si riferisce al nuovo polo ospedaliero di Padova Est? «Per vent’anni si sono fatte chiacchiere, ma non è più il tempo delle discussioni questo. Il nostro obiettivo devo solo essere quello di dare la migliore sanità possibile ai cittadini. Riorganizzare un sistema non è come schiacciare un interruttore. Deve essere fatto in maniera progressiva, nel corso del tempo Non vogliamo trovarci impreparati, quando il nuovo polo ospedaliero a Padova Est sarà ultimato. Al contrario dovremo essere pronti. Per questo siamo partiti subito». E' facile obiettare che visti i tempi lunghi... «Si è sempre chiacchierato sul nuovo ospedale, oggi lo stiamo facendo. Ma organizzare lo si deve fare prima. Chi ha tempo non aspetti tempo, si dice così, no?! Il Sant’Antonio continuerà quindi a fare quello che fa oggi. È la macchina dirigenziale che dovrà mettere in moto la nuova organizzazione e guardare al futuro, ma per gli utenti non cambia assolutamente nulla». 

Abano

Per quanto riguarda il pronto soccorso di Abano, invece? Si sono mossi perfino i sindaci, preoccupati che il presidio potesse essere tolto: «Sono rimasto basito quando è scoppiata la polemica sulla chiusura del pronto soccorso. Era una notizia falsa perché il pronto soccorso è sempre stato inserito come punto di riferimento dell’ospedale. La questione è puramente economica, perché la clinica in questione aveva un riconoscimento di presidio ospedaliero che permette di avere l’agevolazione del 50% nell’imposizione fiscale ai proprietari della clinica. Il tema della discussione era sbagliato, il pronto soccorso c’era, c’è e ci sarà, cambia che la clinica avrà un finanziamento specifico a funzione. Sarà scritto in modo chiaro nelle schede. La questione fiscale non è un problema che va a toccare i cittadini che si rivolgono ad esso. La questione era proprio posta male perché non c’era nessun rischio chiusura». 

Risparmio

Come valutate il vostro lavoro? Gli obiettivi sono stati raggiunti? «Noi siamo soddisfatti perché stiamo lavorando in maniera molto veloce, abbiamo fatto più 50 audizioni in questi ultimi due mesi. Abbiamo portato la delibera rche il giorno 30 dovrebbe ottenere il voto favorevole risettando i tempi che avevamo stabilito». E i numeri cosa dicono? «Le ulss sono tutte in attivo e presenteranno i bilanci in ordine. Inoltre Azienda Zero, la holding che fa le gare d’appalto in maniera centralizzata, nel 2018 ha prodotto 135 milioni di risparmi.Nel 2019 dove ci saranno ancora più gare, il risparmio sarà ancora maggiore». 

Circoscrizioni

Prima di salutarci il presidente della Commissione politiche socio sanitarie della Regione, Fabrizio Boron, annuncia che sarà al Sant'Antonio qualche giorno dopo l'approvazione della delibera, «per testimoniare in prima persona che i cittadini non hanno nulla di cui preoccuparsi». La sentiamo molto sicuro su questo: «Forse a qualcuno può preoccupare invece che la salute dei cittadini il fatto che sia finita l’era delle ulss disegnate per circoscrizione elettorale». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento