Il comitato mura risponde al direttore Flor su pediatria: "Nuovo reparto e mura? Devono avere stessa dignità"

Dopo l'attacco del direttore dell'azienda sanitaria, Luciano Flor, i comitati chiamati replicano: "Non abbiamo parlato di irregolarità ma di opportunità"

L'attacco di Luciano Flor, direttore dell'azienda ospedaliera, ai comitati che hanno chiesto di ripensare il progetto di nuova pediatria è stato duro. Così abbiamo chiesto ai diretti interessati una opionione a riguardo.

La risposta a Flor

"Noi non abbiamo mai sottovalutato le necessità dei piccoli degenti e dei genitori", dice Maurizio Marzolo presidente del comitato mura. "Siamo al corrente dei problemi di pediatria. L'edificio sarà alto trenta piani, se ne accorgeranno tutti dell'impatto che avrà sulla città". 

L'impatto 

Fabio Bordignon, dello stesso comitato, entra nel dettaglio della discussione: "Noi non parliamo di irregolarità ma mettiamo in discussione la compatibilità di quel progetto con il parco delle mura. La riforma del Giustinianeo e del parco delle mura sono due istanze che devono aver eguale dignità. Il direttore ha ragione quando dice che le due cose sono legate, però non sono pensate e progettate insieme. E' questo che stiamo mettendo in discussione. Non c'è nessuna contrapposizione tra la salute e il patrimonio storico e architettonico della città. Sappiamo bene che limiti e vincoli saranno rispettati ma l'impatto, lo ribadiamo, sarà forte. Speravamo in un ripensamento per il bene di tutti". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento