Ballottaggio 25 giugno, Massimo Bitonci e Luigi Sposato: "Riportiamo il lavoro al centro"

"Industria 4.0, più lavoro, più lavoro di qualità, incentivi alle assunzioni, mediazione del Comune tra le parti sociali: queste le ricette per far ripartire la città"

Bitonci e Sposato

Luigi Sposato, leader della lista Osa!, ha deciso di schierarsi al fianco di Massimo Bitonci, in vista del ballottaggio del 25 giugno. La parte più rilevante del suo contributo - ha sottolineato l'imprenditore - va senz'altro verso i temi legati al lavoro, e, insieme a Massimo Bitonci, ha voluto parlare proprio di questo:

"In una fase economica tanto complessa come quella di oggi, diventa necessario mettere a punto strategie particolarmente efficaci per rivitalizzare il mondo del lavoro. Innanzitutto la nostra coalizione punta sul lavoro di qualità. C'è lavoro e lavoro e quello che noi cerchiamo di valorizzare e diffondere è dignitoso, equamente retribuito, che garantisca dignità e gratificazione alla persona.

Come farlo?

  • Innanzitutto avviando uno o più 'sportelli per l'impiego" comunali, in sinergia con i Cpi (centri per l'impiego) accreditati del territorio. Dobbiamo conoscere il territorio e chi ci opera per agire efficacemente. A dirigere una “Cabina di Regia”, che faccia da collante tra mondo pubblico e privato.
  • Accesso ai finanziamenti regionali a cui il Comune può aderire.
  • Promozione dell'autoimprenditorialità, intesa come alternativa al lavoro subordinato. Questo in collaborazione sinergica con Camera di Commercio e Aziende Speciali, al fine di creare un network operativo realmente efficiente. A questo fine si metteranno in campo anche agevolazioni fiscali per giovani e start up.
  • Collaborazione con l'Università per lo sviluppo di modelli alternativi e sostenibili (ad esempio impulso economico alle borse di studio).
  • Sviluppo delle infrastrutture materiali e immateriali necessarie alla creazione di un habitat ideale per l'industria 4.0 (sviluppo dell'impresa=sviluppo dell'occupazione).
  • L'amministrazione come mediatore tra parti sociali.
  • Alternanza scuola-lavoro. Ma attenzione: anche qui puntiamo sulla qualità. Questo tipo di rapporto di lavoro va tutelato al massimo perché possa essere foriero di opportunità per entrambe le parti in causa - aziende e futuri lavoratori - ma con un occhio di riguardo per i secondi.
  • Incentivi alle assunzioni: ruolo importante qui l'avranno gli uffici comunali, che saranno preposti all'analisi dei bandi e dei finanziamenti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento