Parlamentarie del Pd, i risultati: primo Naccarato, seconda Narduolo

Quasi 13mila i padovani che si sono recati alle urne per votare i candidati del Partito Democratico alla Camera e al Senato per le prossime elezioni politiche. In testa con 5.451 preferenze il deputato uscente e con 3.742 la new entry 28enne precaria

La rivelazione di queste "parlamentarie" del Partito Democratico si chiama Giulia Narduolo, che a 28 anni si è conquistata il secondo gradino del podio tra i più votati tra gli 11 candidati padovani in lizza per la poltrona di deputato e senatore in vista delle imminenti elezioni politiche.

IL PODIO. Residente a Megliadino San Vitale, laureata in lingue con 110 e lode, è una lavoratrice precaria, ha fondato una Onlus che si occupa di cultura e si prende cura delle famiglie in difficoltà del territorio. Ha conquistato 3.742 preferenze: il 14,74% del totale. Prima di lei, ha saputo fare di meglio solo il deputato uscente Alessandro Naccarato, insegnante 43enne padovano, primo con 5.451 preferenze (il 21,46%). Segue a ruota la 28enne del Montagnanese un altro esponente della Bassa padovana, il 46enne sindaco di Este Giancarlo Piva, che con 3.556 preferenze (il 14%) si è classificato al terzo posto.

I PROFILI DI TUTTI GLI 11 CANDIDATI PADOVANI

GLI ALTRI. Non ha raggiunto nemmeno il 10% pieno dei voti la decana del Pd Piovese, l'altra deputata uscente in lizza, Margherita Miotto. A lei sono andate 2.514 preferenze (il 9,90%), che la piazzano 4° nella classifica generale. Quinto l'assessore del Comune di Padova Claudio Piron, con 1.893 preferenze (7,45%); sesta la consigliera comunale di Abano Terme Vanessa Camani (1.859 voti, il 7,32%); al settimo posto troviamo un altro primo cittadino, il sindaco di Baone Francesco Corso (1.667 preferenze, il 6,56%). Ottava Mariella Pesce, dirigente scolastica al Newton di Camposampiero e consigliera comunale a Trebaseleghe (1.382 voti, il 5,44%). Nona il vicesindaco di Noventa Padovana Loretta Pasquato (1.357 preferenze, il 5,34%); decima Marisa Galbussera, presidente provinciale del Cif di Padova (1.150 preferenze, il 4,53%). In coda, undicesima, troviamo la 34enne Nona Evghenie, consigliere comunale a Padova (822 preferenze, il 3,24%).

L'AFFLUENZA. Drastico calo dell'affluenza, a questa nuova tornata di Primarie, rispetto alla precedente di meno di un mese fa per l'elezione del candidato premier nella sfida che tra Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani ha visto trionfare il secondo. Tra Padova e provincia ieri, 30 dicembre, si sono recati alle urne quasi 13mila elettori del centrosinistra, circa il 30% rispetto all'ultima volta. I voti registrati, questa volta, sono comunque maggiori dei votanti, 25.395 in tutto tra Padova e provincia, in quanto gli elettori avevano la possibilità di esprimere una sola preferenza ma anche due, una di genere maschile e una femminile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento