Parlamentarie del Pd, i risultati: primo Naccarato, seconda Narduolo

Quasi 13mila i padovani che si sono recati alle urne per votare i candidati del Partito Democratico alla Camera e al Senato per le prossime elezioni politiche. In testa con 5.451 preferenze il deputato uscente e con 3.742 la new entry 28enne precaria

La rivelazione di queste "parlamentarie" del Partito Democratico si chiama Giulia Narduolo, che a 28 anni si è conquistata il secondo gradino del podio tra i più votati tra gli 11 candidati padovani in lizza per la poltrona di deputato e senatore in vista delle imminenti elezioni politiche.

IL PODIO. Residente a Megliadino San Vitale, laureata in lingue con 110 e lode, è una lavoratrice precaria, ha fondato una Onlus che si occupa di cultura e si prende cura delle famiglie in difficoltà del territorio. Ha conquistato 3.742 preferenze: il 14,74% del totale. Prima di lei, ha saputo fare di meglio solo il deputato uscente Alessandro Naccarato, insegnante 43enne padovano, primo con 5.451 preferenze (il 21,46%). Segue a ruota la 28enne del Montagnanese un altro esponente della Bassa padovana, il 46enne sindaco di Este Giancarlo Piva, che con 3.556 preferenze (il 14%) si è classificato al terzo posto.

I PROFILI DI TUTTI GLI 11 CANDIDATI PADOVANI

GLI ALTRI. Non ha raggiunto nemmeno il 10% pieno dei voti la decana del Pd Piovese, l'altra deputata uscente in lizza, Margherita Miotto. A lei sono andate 2.514 preferenze (il 9,90%), che la piazzano 4° nella classifica generale. Quinto l'assessore del Comune di Padova Claudio Piron, con 1.893 preferenze (7,45%); sesta la consigliera comunale di Abano Terme Vanessa Camani (1.859 voti, il 7,32%); al settimo posto troviamo un altro primo cittadino, il sindaco di Baone Francesco Corso (1.667 preferenze, il 6,56%). Ottava Mariella Pesce, dirigente scolastica al Newton di Camposampiero e consigliera comunale a Trebaseleghe (1.382 voti, il 5,44%). Nona il vicesindaco di Noventa Padovana Loretta Pasquato (1.357 preferenze, il 5,34%); decima Marisa Galbussera, presidente provinciale del Cif di Padova (1.150 preferenze, il 4,53%). In coda, undicesima, troviamo la 34enne Nona Evghenie, consigliere comunale a Padova (822 preferenze, il 3,24%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'AFFLUENZA. Drastico calo dell'affluenza, a questa nuova tornata di Primarie, rispetto alla precedente di meno di un mese fa per l'elezione del candidato premier nella sfida che tra Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani ha visto trionfare il secondo. Tra Padova e provincia ieri, 30 dicembre, si sono recati alle urne quasi 13mila elettori del centrosinistra, circa il 30% rispetto all'ultima volta. I voti registrati, questa volta, sono comunque maggiori dei votanti, 25.395 in tutto tra Padova e provincia, in quanto gli elettori avevano la possibilità di esprimere una sola preferenza ma anche due, una di genere maschile e una femminile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Violenta e lunga grandinata nel Padovano: chicchi grandi come noci e danni

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Coronavirus, Navalesi: «In Veneto il virus è clinicamente morto, oggi il problema è sotto controllo»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento