Giordani: "Replichiamo in tutti i quartieri l'esperienza di Arcella Town". E annuncia bando da 150mila euro

"Questo non toglie nulla a ciò che era già stato previsto. E'qualcosa in più, stimolo per rivitalizzare i quartieri, come è successo in Arcella dove sono stati bravissimi"

Un bando che il comune ha deciso di mettere a disposizione e rivolto a tutti quelli che promuovono cultura e socialità nei quartieri. Il modello si ispira a quanto è avvenuto con Arcella Town, dove l'incontro di diverse discipline in diversi angoli del quartiere sono stati promotori e animatori di laboratori di fotografia, stampa 3d, cinema, mostre, video e altro ancora. Da attività commerciali a piccoli spazi pubblici e privati, si sono intrecciate arte e così facilitando momenti di incontro. Arcella Town ha il merito, tra le altre cose, di aver messo insieme competenze che hanno coinvolto tanti dell’Arcella. Il bando prende quindi spunto da questo tipo esperienza o quella di piazzale Gasparotto. A illustrare il progetto l'Assessore Francesca Benciolini e il sindaco Giordani. 

L'idea

L’idea è quella di stimolare gli interventi dal basso di associazioni o gruppi di cittadini che propongono delle attività che possono essere di tipo ricreativo o di interesse culturale, corsi, laboratori, attività sportive e altro ancora. "Attività da svolgersi nei quartieri stessi - spiega Giordani - per stimolarne la rivitalizzazione. Realtà che da sole o associandosi tra di loro, creando una rete, inneschino un circolo virtuoso. Questa è l’idea".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bando da 150.000

Sono 150.000 gli euro messi sul piatto. Un progetto potrà ricevere al max 10.000 euro. Dal momento della pubblicazione del bando ci saranno 20 giorni per presentare i progetti e le cose da fare entro la fine del 2018. E ci saranno delle commissioni per scegliere i candidati. I progetti selezionati si dovranno concretizzare entro la fine dell'anno, non oltre. Questo è un vincolo imprescindibile.  

Arcella Town

Giordani: “Questo tipo di attività si aggiunge a ciò che era già previsto o è in atto. Una cosa in più. Bellissima l’esperienza di Arcella Town, è un modello che ci piace e va per forza sostenuto. Sono stati bravissimi. Hanno fatto tutto spontaneamente, da soli. Bravi - ripete ancora il primo cittadino - Certo questo non risolve i problemi ma aiuta a creare situazioni positive. Anche questo conta molto. I quartieri vivi, con la gente in giro, sono la vera sicurezza”. Ricorda poi che con Hera si andrà a sosituire con una nuova illuminazione. Il primo quartiere coinvolto in questo tipo di lavoro di restyling sarà proprio l’Arcella. “So bene che ci sono anche gli altri quartieri, stiamo lavorando per migliorare tutta la città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta e la proposta

In conferenza stampa Giordani sfoggia sempre un ottimo umore, lo fa anche questa volta: "Ci sono proprio situazioni nuove. Prima la gente faceva la protesta, ma senza la proposta. Oggi c’è di sicuro ancora chi protesta perché è spaventato e vuole avere più sicurezza, ma si discute sulle proposte. C’è tanta gente che ci chiede, che ci dice o ci suggerisce, che ci scrive. E noi a quelli che si rivolgono a noi rispondiamo a tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Violenta e lunga grandinata nel Padovano: chicchi grandi come noci e danni

  • Coronavirus, Navalesi: «In Veneto il virus è clinicamente morto, oggi il problema è sotto controllo»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento