Damiano: “Giordani si dissoci dalla richiesta di dimissioni del questore dei centri sociali o si dimetta”

Lorenzo Damiano leader del movimento ultracattolico Pescatori di Pace interviene di nuovo sulla manifestazione che ha visto in piazza il suo movimento cattolico insieme a Forza Nuova per protestare contro l’aborto

Riceviamo e pubblichiamo:

Lorenzo Damiano leader dei Pescatori di Pace interviene di nuovo sulla manifestazione che ha visto in piazza il suo movimento cattolico insieme a Forza Nuova per protestare contro l’aborto.

«Dimissioni del questore? Richiesta inaccettabile»

«Fa sorridere francamente che i centri sociali, gruppi da sostituire con centri di cultura e di musica veri, chiedano addirittura al questore di dimettersi. Una cosa che non sta né in cielo né in terra: le istituzioni e le forze dell’ordine hanno agito per il bene della città impedendo che questi violenti, che già con l’atto di strappare l’ordinanza della questura, avevano dichiarato guerra, andassero a impedire, a persone libere, di scendere in piazza per esprimere la propria opinione. Il loro tono minaccioso è da dittatura comunista e francamente, oggi, è inaccettabile».

«Grazie alle forze dell'ordine»

Damiano ringrazia poi le istituzioni: «Noi ringraziamo il questore e le forze dell’ordine: nelle prossime manifestazioni siamo sicuri che potremmo portare senza alcun timore molte famiglie e bambini vista l’altissima attenzione e professionalità che hanno dimostrato».

«Giordani si dimetta»

Il presidente del movimento ultracattolico, infine, chiude con una precisa richiesta: “L’ho detto e lo ripeto: il sindaco Giordani è stato protagonista di una vera e propria figuraccia ed è il responsabile di quanto avvenuto venerdì sera. Con le sue parole ha innescato la sinistra antagonista che non se lo è fatto ripetere due volte. La nostra manifestazione ha avuto il solo scopo di gridare la bellezza della vita e l’urgenza di rispondere alla crisi demografica italiana: quella dei centri sociali da lui fomentati, che scopo ha avuto? Il solo scopo è stato quello di gridare all’odio, quello si razzista nei confronti di chi la pensa in modo diverso, e di provocare disordine pubblico. L’ho detto e lo ripeto: questa faccenda non può che concludersi dignitosamente per lui in un solo modo: si dissoci per l’ennesima volta dalle provocazioni degli antagonisti che chiedono le dimissioni del questore altrimenti, smascheratosi quale complice e quale sindaco fazioso e di parte, si dimetta immediatamente.”

lorenzo_damiano_tv-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento