Manovra finanziaria e Comuni: “Nel 2014 trasferimenti dimezzati”

Zanonato va giù duro nel criticare il provvedimento del Governo, assicurando che "ucciderà i Comuni" che non avranno più i soldi "per fare le politiche su niente"

Non usa mezzi termini il sindaco di Padova, Flavio Zanonato, nonché vicepresidente di Anci (Associazione nazionale Comuni italiani) per commentare le ripercussioni della manovra finanziaria - recentemente approvata dal Governo - sugli enti locali.

"I numeri dicono che se nel 2010 i trasferimenti arrivavano a 14 miliardi nel 2014 saranno di 7 miliardi, comprensivi della compartecipazione dell'Iva. È una cosa che ucciderà di fatto i comuni".
 
Secondo il primo cittadino, i Comuni non avranno più i soldi "per fare le politiche su niente" e su di essi peseranno "anche i tagli agli altri enti" e a tale riguardo ha fatto l'esempio delle possibili ripercussioni sui cittadini per quanto riguarda la sanità o i servizi sociali agli anziani o portatori di handicap "e questi verranno in Comune a chiedere aiuto". Per Zanonato, infine, il Governo ha anche inasprito il Patto di stabilità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento