Ecco i mediatori dei conflitti urbani

I mediatori dell'associazione "Granello di Senape" incaricati dal Comune di Padova per risolvere controversie e i conflitti che possono generarsi soprattutto nei rapporti di vicinato

Un nuovo servizio rivolto ai cittadini è stato presentato oggi a Palazzo Moroni. Ad illustrarlo la consigliera Silvia Giralucci. La novità consiste nel mettere a disposizione, gratuitamente, del personale qualificato, mediatori dell'associazione "Granello di Senape", incaricati dal Comune di Padova, per risolver controversie e i conflitti che possono generarsi, soprattutto nei rapporti di vicinato.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In connessione

Presa di contatto, dialogo e mediazione sono i pilastri di una attività pensata per rimettere in connessione le persone e quindi risolvere diatribe nel contesto urbano. I casi più comuni sono quelli che possono verificarsi, come detto tra vicini di casa, ma anche nella scuola o in luoghi destinati all'uso comune. I mediatori, appositamente formati, possono essere contattati direttamenti, ma c'è anche la possibilità che i casi vengano segnalati dalla polizia locale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento