Caso-nuova Pediatria di Padova, Sinigaglia: "Gravissimo lo stop al progetto"

Il consigliere del Partito Democratico è durissimo: "Chiediamo la convocazione urgente della Quinta commissione alla presenza dei vertici della Regione, del direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Padova e dei responsabili del bando"

“La sanità di Padova non merita di essere, ancora una volta, presa in giro e danneggiata dalla Regione". Claudio Sinigaglia torna sul caso-Pediatria dopo che nei giorni scorsi aveva presentato un’interrogazione per avere delucidazioni sullo stato dei lavori in seguito alla ‘scoperta’ di una volumetria insufficiente per garantire tutti i servizi inizialmente previsti.

"Convocate la Quinta commissione"

E il consigliere del Partito Democratico usa parole forti: "Com’è possibile accorgersi adesso, a tre anni dalla presentazione del progetto per la Nuova pediatria, che gli spazi sono carenti per realizzare sia tutti i posti letto che gli altri servizi richiesti e promessi alle famiglie? Zaia, l’assessore Coletto e il direttore generale Mantoan non possono continuare a chiudersi nel loro imbarazzato e imbarazzante silenzio. Devono venire urgentemente in Quinta commissione la prossima settimana per fare chiarezza su quanto sta quanto sta accadendo. Chiediamo la convocazione urgente della Quinta commissione già la prossima settimana, alla presenza dei vertici della Regione, del direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Padova Flor e dei responsabili del bando. La realizzazione della Nuova pediatria è urgente. I medici da tempo denunciano l’inadeguatezza dell’area attuale, tra ricoveri rinviati e piccoli pazienti sistemati nei reparti insieme agli adulti. È questa l’eccellenza della sanità veneta sbandierata da Zaia?"

"Ognuno si assuma le proprie responsabilità"

Conclude Sinigaglia: "La pediatria padovana rappresenta un punto di riferimento a livello regionale e oltre, non può essere trattata in questo modo. Adesso a otto mesi dall’aggiudicazione provvisoria, finanziata dalla Regione con oltre 50 milioni, si cambia idea perché gli spazi non bastano. C’è stato un bando per realizzare il progetto, perché ora viene messo tutto in discussione? Sembra una barzelletta, ma non fa per niente ridere. Ognuno deve assumersi fino in fondo la propria responsabilità. Certo che tra Azienda, Università e Ulss 6 sembra che nulla a Padova proceda per il verso giusto. Che la Regione abbia a cuore altre parti del Veneto?".

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento