Blocco del progetto della nuova pediatria di Padova, Ruzzante: “La mancanza dei 'posti mamma' alla base dei ritardi?”

Il consigliere regionale di Liberi e Uguali punta il dito sulla presunta dimenticanza nei 170 posti letto previsti: “La Giunta regionale confermi o smentisca questa preoccupante ipotesi”

“Il blocco del progetto della nuova pediatria di Padova è dovuto all'impossibilità di inserire i 'posti mamma' nei 170 posti letto previsti?”: a porsi la domanda è Piero Ruzzante, di Liberi e Uguali. Il quale, di conseguenza, solleva la spinosa questione relativa ai ritardi nella validazione del progetto del nuovo polo pediatrico cittadino.

"Passo indietro rispetto agli standard moderni"

Il consigliere regionale, a riguardo, ha depositato un'interrogazione in Giunta per chiedere chiarimenti. E ha sollecitato risposte in tempi brevi: “La Giunta regionale confermi o smentisca questa ipotesi, Zaia aveva promesso la realizzazione della nuova pediatria in tempi celeri e invece ora il progetto si trova in una fase di stallo. Se è vero che manca lo spazio per i 'posti mamma', perché il progetto che non lo prevede avrebbe vinto l'appalto? Una pediatria senza il posto per i genitori è un passo indietro rispetto agli standard moderni. È preoccupante l'ipotesi che il problema risalga allo studio di fattibilità approvato dalla Giunta regionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento