Onorificenza a Ousmane per il 25 aprile a Montegrotto Terme

Sarà Ousmane Cissokho, il 21enne senegalese che a gennaio ha rischiato la vita buttandosi nelle acque gelide del Bacchiglione per recuperare un 68enne che aveva deciso di togliersi la vita, il protagonista dei festeggiamenti per il 25 aprile

Ousmane, il giovane eroe

Sarà Ousmane Cissokho, il 21enne senegalese che a gennaio ha rischiato la vita buttandosi nelle acque gelide del Bacchiglione per recuperare un 68enne che aveva deciso di togliersi la vita, il protagonista dei festeggiamenti per il 25 aprile a Montegrotto Terme. Ousmane, che nel frattempo ha ricevuto dal Questore di Padova il permesso di soggiorno al valore civile, ha iniziato il suo percorso di integrazione in Italia proprio a Montegrotto Terme, che lo ha ospitato allo Sprar di Mezzavia per diverso tempo e che lo ha aiutato a trovare un lavoro grazie a un tirocinio attivato sempre tramite lo Sprar.

Ousmane

«Abbiamo accolto Ousmane proveniente dal centro di Bagnoli - ricorda il sindaco Riccardo Mortandello - attraverso il sistema protezione per i richiedenti asilo a cui il Comune di Montegrotto Terme ha aderito. È per noi motivo di grande orgoglio che sia riuscito a trovarsi un lavoro e a integrarsi nella comunità italiana fino a sentirsene parte, tanto da rischiare la vita per salvare un cittadino italiano. Per questo abbiamo deciso di conferirgli un riconoscimento per il valore del suo generoso gesto. È un’onorificenza per lui ma anche un messaggio politico: questa è l’integrazione che vogliamo». 

Festeggiamenti

I festeggiamenti per la festa della Liberazione nazionale avranno inizio alle 16 in piazza Roma, davanti al Municipio, con l’alzabandiera accompagnato dal Complesso strumentale di Montegrotto Terme. Seguirà il saluto del Sindaco, del sindaco dei Ragazzi, Nicola Corradini, e dei rappresentanti delle associazioni coinvolte. Nel corso della cerimonia verrà anche consegnata una copia della Costituzione a Nevzat Elezi, diciottenne nato in Italia da genitori macedoni, residente a Montegrotto che con la maggiore età proprio in questi giorni acquisisce la cittadinanza italiana. «Celebrare il Giorno della Liberazione, festa istituzionale della Repubblica italiana, non è semplicemente un dovere, ma un atto di buonsenso, rispetto a tutti coloro che hanno rischiato e sacrificato le loro esistenze per riportare la libertà in Italia». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento