«Padova deve diventare la capitale del Nordest»: l'assessore regionale suona la carica

All'incontro "Padova tutti convocati" Roberto Marcato tuona: «Padova deve ritornare all'antico splendore e deve diventare la naturale capitale del Nordest, non è accettabile che abbia perso la capacità competitiva di una volta»

Roberto Marcato a "Padova tutti convocati"

«Padova deve ritornare all'antico splendore e deve diventare la naturale capitale del Nordest, non è accettabile che abbia perso la capacità competitiva di una volta». Tuona Roberto Marcato dal "pulpito" della sala convegni della Camera di Commercio di Padova. Perché la situazione attuale non lo soddisfa.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roberto Marcato

L'assessore regionale è intervenuto durante "Padova tutti convocati", lanciando segnali chiari: «Con quest'iniziativa Patrizio Bertin e l'Ascom sono riusciti a far sedere sullo stesso tavolo rappresentati istituzionali di credo politico diverso. Padova deve ritornare all'antico splendore e deve diventare la naturale capitale del Nordest, non è accettabile che abbia perso la capacità competitiva di una volta. Nella Bassa Padovana c'è assoluto bisogno di innestare nuove imprese, non è giustificabile che un'area che ha dato tanto negli anni passati oggi non abbia più quella capacità di fare, per questo deve fungere da “detonatore” per riportare l'intera provincia in auge. Sul fronte della viabilità dobbiamo invece pensare a nuove direttrici da sud a nord perché servono urgentemente infrastrutture viarie per collegare il nostro territorio alla Pedemontana sennò diventa un problema. Pensiamo poi al raddoppio della Sr 308, perché non è possibile che Padova non abbia la capacità propulsiva per la mancanza di infrastrutture. Anche il tema dell'ospedale è centrale, rispondiamo innanzitutto all'esigenza di dare un servizio di qualità ai nostri cittadini e poi si sviluppano altre dinamiche determinanti per la città e la provincia, con l'ospedale di Padova che diventa centrale nel Nord a livello di sanità. Sulla Fiera, poi, dobbiamo essere più veloci e arrivare a breve a un'operatività del 100% con il centro congressi. Le altre fiere non ci hanno pensato due minuti a portarci via quello che avevamo, dobbiamo quindi far capire che Padova non è Cenerentola e che se tu vuoi la guerra allora la faccio anch'io. Per Padova immagino infine un futuro quale capitale della musica e teatro, con grandi eventi. Ci sono province che hanno recuperato posizioni nello scacchiere del Veneto e del Nordest perché hanno saputo fare sistema, e Padova deve fare questo salto di qualità»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento