Pipitone (IdV): "Incendio ricicleria Aps, tutelare salute cittadini"

Il consigliere regionale dell'Idv ha epositato oggi un'interrogazione regionale dal titolo “Incendio centro stoccaggio rifiuti Padova. Cosa intende fare la Regione per tutelare la salute dei cittadini ed informarli tempestivamente?”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

«Dopo eventi del genere la domanda che tutti si fanno e cui le istituzioni devono dare una risposta è se i fumi liberati dall'incendio fossero costituiti anche da sostanze tossiche e se i residenti che li hanno respirati rischiano problemi di salute di tipo allergico o pneumologico». Così Antonino Pipitone, consigliere regionale di Italia dei Valori, sulla gigantesca nube nera di fumo che si è sprigionata sabato scorso, a seguito di un incendio di rifiuti, dalla ricicleria Acegas-Aps, nel quartiere Forcellini-Camin, zona industriale di Padova. Il rogo avrebbe interessato un capannone dove vengono stoccati rifiuti plastici e tessili, divampato in un grosso compattatore che conteneva anche materassi. Sulla vicenda Pipitone ha depositato oggi un'interrogazione regionale dal titolo “Incendio centro stoccaggio rifiuti Padova. Cosa intende fare la Regione per tutelare la salute dei cittadini ed informarli tempestivamente?”.

«Il quartiere vicino al sito di stoccaggio – ricorda Pipitone - è in un triangolo delle Bermuda velenifere, attorniato (come rileva l'associazione Aduc) da ben cinque aziende a rischio-Seveso, dall'inceneritore (che dal 2010 ha raddoppiato la capacità di smaltimento rifiuti), da un'acciaieria. Non a caso la zona, per la presenza al suolo di diossina e mercurio, è definita, dall'Istituto Mario Negri di Milano, “a rischio cancro”».

«Sarebbe opportuno prevenire e prepararsi – osserva il dipietrista – anche con piani di evacuazione della popolazione residente. Il succedersi di incidenti simili (ricordiamo nel 1999 la distruzione della palazzina Cnr e nel 2008 il rogo che mandò in cenere la Star recycling, solo per limitarci ai più importanti) lo consiglia».

«Dopo l'accadimento di sabato – conclude Pipitone - ho chiesto alla Giunta regionale di sapere quali azioni intenda promuovere per tutelare la salute pubblica nel quartiere Forcellini-Camin ed in quale maniera intenda informare la popolazione, su rischi e sicurezza, nel modo più rapido, capillare e trasparente possibile».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento