Popolo della famiglia di Padova a Roma con i “gazebo per il reddito di maternità”

Boddi (PdF): “Oltre 1800 firme raccolte a Padova, ma non ci fermiamo”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

"Il Popolo della Famiglia di Padova, con una rappresentanza dei Circoli PdF del Veneto, era presente il 3 aprile in piazza Montecitorio alla manifestazione per festeggiare il traguardo delle 50mila firme certificate raccolte sul reddito di maternità. Maria Verita Boddi, presidente del Circolo PdF di Padova, ha dichiarato: «Anche se abbiamo raggiunto questo importante obiettivo, i nostri gazebo per la raccolta delle firme non si fermano. Proseguiremo, per tutto il mese di aprile, a Padova e provincia per incrementare il numero delle firme raccolte e certificate». Lo scopo è quello di massimizzare le firme per il reddito di maternità: la proposta di legge di iniziativa popolare che, se accolta dal Parlamento, riconoscerebbe a tutte le donne che al momento della nascita di un figlio non possano contare su altri redditi e intendano dedicarsi in via esclusiva alla crescita e alla cura della prole, una indennità esentasse di mille euro al mese per i primi otto anni di vita del figlio, rinnovabili alla nascita del secondo figlio, vitalizia in caso di quattro figli o di nascita di un figlio disabile. Boddi ha concluso ricordando che «sono oltre 1800 le firme dei Padovani che hanno contribuito a superare la soglia minima di firme necessarie per poter presentare la proposta di legge in Parlamento. Quindi invito a venire a firmare chiunque riconosca in questa proposta un concreto aiuto alle Famiglie, e superare così le 2 mila firme raccolte»."

Torna su
PadovaOggi è in caricamento