Province, addio Padova: il Consiglio dei ministri abolisce “Pd”

Sulla base dei criteri di riordino delle Province approvati oggi dal Cdm anche la città del Santo sparirebbe dall'elenco e verrebbe accorpata, come già si vociferava da tempo a Rovigo, Belluno, Treviso. Per ora salve le festività dei Santi patroni

"I nuovi enti dovranno avere almeno 350mila abitanti ed estendersi su una superficie territoriale non inferiore ai 2.500 chilometri quadrati”: sono queste le linee guida decise dal Consiglio dei ministri in merito al riordino delle Province.

ADDIO PADOVA. Secondo questi criteri in Veneto sparirebbero le province di Rovigo, Belluno, Treviso. Non si salva nemmeno Padova che verrebbe accorpata a queste, come già si vociferava in passato. Resteranno, invece, Venezia, Verona e Vicenza.

SALVA LA FESTA DEL SANTO PATRONO. Insomma in base a quanto deciso presto spariranno le auto targate Pd e verranno modificate o tagliate tante realtà ma almeno non spariranno le festività: in base a quanto deciso, infatti, per ora è salva la festa di Sant’Antonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Sparatoria in stazione, vigile urbano esplode colpi di pistola per bloccare un ladro

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

  • Ciclista di 49 anni padovano viene travolto da un'auto nel veneziano: morto sul colpo

  • Perde il controllo dell'auto e falcia un pedone: ventenne grave, ferito anche il conducente

Torna su
PadovaOggi è in caricamento