Quanto suolo rimane a Padova? Quanto ne abbiamo consumato in Veneto?

Se ne parla in un incontro pubblico mercoledì 4 settembre all’Università di Padova, tra ricercatori del Dipartimento ICEA, esperti di ISPRA ed Arpav, ed amministratori della giunta comunale

Ortofoto aerea ad alta risoluzione con elaborazione dell'Indice di Vegetazione NDVI

Si parte dalle immagini aeree ad alta risoluzione di una ricerca geografica dell’Università di Padova che, mediante l’uso di un Indice Ecologico Urbano – il Biotope Area Factor – ha calcolato quanto suolo è stato “consumato” sull’intero territorio comunale. Si parla di circa il 50% dell’area urbana, completamente impermeabilizzata da strade, edifici, parcheggi e superfici d’asfalto. I risultati di questa ricerca, che verranno pubblicati nel prossimo Report ISPRA sul “Consumo di Suolo”, verranno presentati e discussi in un incontro pubblico mercoledì prossimo alle 16.00, presso le aule del “Laboratorio GIScience e Drones for Good” del Dipartimento ICEA, al Portello (Via Ognissanti 39).

Consumo di suolo 

Sarà un’occasione per conoscere il fenomeno del consumo di suolo, le problematiche territoriali e ambientali ad esso correlate e comprendere gli effetti irreparabili che il fenomeno produce sui cosiddetti servizi ecosistemici ad esso correlati, ovvero quei benefici che il suolo garantisce all'ecosistema e al benessere dell'uomo. “Il “sistema-suolo” urbano”, dice Francesca Peroni, dottoranda in geografia presso l’Ateneo patavino, «è di fondamentale importanza per i numerosi servizi ambientali che esso, forse in maniera invisibile, garantisce alla città: dal regolamento del complesso micro-clima urbano, al drenaggio superficiale delle acque meteoriche, alla qualità dell’aria». Tra gli ospiti della conferenza anche i massimi esperti del “consumo di suolo”, i quali che forniranno un quadro completo ed aggiornato degli indirizzi comunitari sul tema e delle prospettive future messe in campo dai decisori politici locali (Regione del Veneto e Comune di Padova) per contrastare e mitigare il fenomeno.

I numeri del consumo di suolo e le minacce di un suolo eccessivamente impermeabilizzato

Un territorio sempre più urbanizzato e infrastrutturato minaccia fortemente la regolazione microclimatica delle città, la biodiversità, la regolazione delle falde acquifere, la risposta agli degli eventi metereologici sempre più forti e la produzione alimentare. In un paese come l’Italia, dove oltre il 7% del territorio nazionale risulta impermeabilizzato e dove la Regione del Veneto si attesta tra le regioni italiane maggiormente colpite, si trova infatti solo al secondo posto dopo la Lombardia, con circa il 12% del territorio consumato, è fondamentale affrontare l’argomento e rendere partecipi i cittadini. Inoltre, secondo gli ultimi rapporti ISPRA sul consumo di suolo, il Comune di Padova presenta circa il 50% del suo territorio impermeabilizzato e il fenomeno non sempre arrestarsi, benché la crisi economica ne abbia rallentato gli effetti.

Le ricerche dell'Università di Padova

Saranno presentati i risultati delle ricerche nell’ambito della sostenibilità urbana sviluppata all’interno della linea di ricerca "Cambiamenti climatici, territori, diversità" e del laboratorio di geografia GIScience Drones For Good del Dipartimento ICEA dell’Università degli Studi di Padova. La conferenza è totalmente gratuita e aperta a tutti. È tuttavia consigliata l’iscrizione al seguente link. La conferenza si inserisce all'interno dei seminari estivi dell’Iniziativa Culturale GIS and Science per l’ambiente, la società e il territorio, finanziata con il contributo dell’Università degli Studi di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti.

Programma della conferenza 

Consumo di suolo in Italia: stato dell’arte con Michele Munafò (ISPRA);

Consumo di suolo in Veneto: monitoraggio e prospettive con Paolo Giandon e Ialina Vinci (Centro Veneto Suoli e Bonifiche – ARPAV); 

Consumo di suolo, sostenibilità e rigenerazione a Padova con Arturo Lorenzoni (Vice sindaco del Comune di Padova) e Chiara Gallani (Assessora all’Ambiente del Comune di Padova); 

BAF Index per il calcolo del consumo di suolo a Padova con Francesca Peroni (PhD DiSSGeA, Università di Padova); 

Servizi ecosistemici urbani: il progetto Walls and Rivers con Guglielmo Pristeri (DICEA, Università di Padova). 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento