Ratificato e approvato il Pati: via libera per i Comuni

La provincia di Padova ha dato l'ok al piano di assetto del territorio dopo che tutti i controlli effettuati hanno dato esito positivo. Il Comune di Padova nei giorni scorsi aveva minacciato di ricorrere al Commissario ad acta se la ratifica non fosse avvenuta entro sabato

Il tavolo di lavoro

Pati: ci siamo.

RATIFICA IN EXTREMIS. Dopo l’approvazione da parte dei 16 Comuni della cintura padovana, risalente al 18 luglio scorso, e dopo la richiesta di sollecitazione da parte del sindaco Zanonato (o approvazione o sabato Commissario ad acta) è arrivata in extremis anche la ratifica, necessaria, della Provincia.

TEMPI TECNICI. Ci sono voluti i dovuti tempi tecnici per far sì che il Piano di assetto del territorio fosse definitivamente approvato: in questo piano, diverso da quelli di tipo comunale, l’Ente ha elaborato i progetti per conto e assieme ai Comuni con l’aggravante, quindi, di dover garantire che l’adeguamento fosse svolto in modo corretto. La minima sbavatura, infatti, poteva comportare l’errata applicazione da parte dei Comuni al momento di svolgere gli interventi previsti.

ULTERIORI CONTROLLI. Inoltre si è reso necessario anche il via libera del Genio civile: in seguito all’alluvione ci voleva un ulteriore parere positivo.

BARBARA DEGANI. Soddisfatto il presidente Barbara Degani: “L’approvazione e la ratifica del Pati della Comunità Metropolitana di Padova rappresenta un risultato importantissimo per tutto il territorio provinciale”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento